Fonsai e Milano toniche in borsa in vista debutto UnipolSai il 6 gennaio

giovedì 2 gennaio 2014 11:24
 

MILANO, 2 gennaio (Reuters) - In vista del debutto del 6 gennaio di UnipolSai, le quattro società protagoniste della fusione si muovono in ordine sparso con il mercato che ragiona sui possibili impatti della nuova società sulla distribuzione dei pesi negli indici italiani e internazionali.

La stipula dell'atto di fusione, che chiude un lungo e per buoni tratti impervio percorso durato due anni, è stata annunciata il 31 dicembre ma già dopo l'ok della Consob nella seduta del 27 dicembre i titoli delle società interessate avevano registrato forti rialzi.

Oggi sono ben comprate Fondiaria-Sai e Milano Assicurazioni, mentre qualche presa di beneficio interessa la holding Premafin che dopo il via libera di Consob era salita di quasi il 20%. Poco mossa invece Unipol , che conferirà alla fusione Unipol Assicurazioni.

La fusione prevede l'attribuzione di 0,050 azioni ordinarie dell'incorporante Fondiaria-Sai, che assumerà il nome di UnipolSai, per ogni azione ordinaria Premafin, di 1,497 azioni ordinarie UnipolSai per ogni azione Unipol Assicurazioni e di 0,339 azioni ordinarie UnipolSai per ogni azione ordinaria Milano.

Un trader osserva che l'impatto sulla distribuzione dei pesi nell'indice italiano FTSE Mib "è pressoché nullo", mentre l'adeguamento più importante potrebbe riguardare alcuni indici internazionali, come ad esempio quelli elaborati da Morgan Stanley.

Poco dopo le 11,10 Fondiaria-Sai sale del 3,58% a 2,43 euro dopo che in mattinata ha sfiorato +5,5% e con volumi già superiori alla media dell'ultimo mese sull'intera seduta. Milano Assicurazioni guadagna il 3,4% a 0,82 euro dopo aver segnato +5% e con volumi già doppi rispetto alla media mensile. Premafin cede il 4,21% a 0,182 euro con volumi oltre sette volte la media, mentre Unipol guadagna lo 0,28% a 4,356 con volumi trascurabili. Lo stoxx europeo delle assicurazioni cede lo 0,56%.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia