Telecom Italia perde oltre 2% dopo assemblea su revoca consiglio

lunedì 23 dicembre 2013 12:02
 

MILANO, 23 dicembre (Reuters) - Telecom Italia è in deciso ribasso con volumi ridotti, dopo l'esito dell'assemblea, che ha bocciato la richiesta di revoca del consiglio e dalla quale non sono emerse novità sulla strategia del gruppo.

"Un voto per la revoca avrebbe potuto portare a un cambio radicale di strategia che poteva sostenere il titolo", dice un trader. "Ora invece sull'unica questione che poteva muovere, cioè la vendita del Brasile, non si prevedono novità a breve".

"E' chiaro che, dopo l'esito del voto dell'assemblea di venerdì, sul Sudamerica l'AD dovrà usare più cautela e ascoltare le minorities", aggiunge.

Marco Fossati, azionista con il 5% che ha chiesto la revoca dell'attuale cda Telecom, puntava allo scorporo della rete e all'ingresso della Cassa Depositi e Prestiti attraverso un aumento di capitale riservato e si è detto contrario a una svendita della controllata brasiliana Tim Participacoes.

La vendita del Brasile risolverebbe le questioni antitrust di Telefonica e aprirebbe la strada alla possibile fusione con il gruppo italiano.

L'assemblea di venerdì ha respinto la mozione di revoca del cda, ma il 23% del capitale del gruppo si è schierato a favore della proposta Fossati.

Alle 11,35 Telecom Italia in ribasso del 2,3% a 68,75 centesimi con scambi al 28% della media giornaliera.

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02 66129431, Reuters messaging: stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia