December 20, 2013 / 11:25 AM / 4 years ago

PUNTO 2-Mps in rialzo su speculazioni intervento fondazioni ma strada è in salita

5 IN. DI LETTURA

(Aggiunge altri commenti, aggiorna andamento titolo, valutazioni analisti)

di Stefano Bernabei e Andrea Mandala

MILANO/ROMA, 20 dicembre (Reuters) - Mps è in deciso rialzo, dopo quello già forte di ieri, con un progresso complessivo di circa il 10%. E' spinto da notizie vere, come la chiusura del contenzioso della banca con Deutsche bank, da speculazioni di un intervento delle principali fondazioni italiane a sostegno della Fondazione Mps e anche dal consolidarsi delle attese che possa slittare a dopo il primo trimestre 2014 la ricapitalizzazione da 3 miliardi di euro, spingendo alle ricoperture chi ha scommesso su un rapido deprezzamento in vista dell'aumento.

Alle 15,30 il titolo resta forte in rialzo del 5,4% a 0,1702 euro, con volumi superiori alla media giornaliera: sono scambiati oltre 341 milioni di pezzi, pari al 3% circa del capitale. Mps è il migliore titolo del FTSE Mib, poco mosso, e dell'indice Stoxx dei bancari europei (+0,4%).

Strada in Salita Per Soluzione Sistema

Fondazione Mps, ha detto a Reuters la presidente Antonella Mansi, si opporrà nell'assemblea del 27 dicembre alla proposta del management della banca di lanciare l'aumento già a gennaio e vuole tempo per poter cedere la sua quota del 33,5% per ripagare le banche creditrici e mettere in sicurezza il suo patrimonio.

In assenza di concrete trattative, sulla stampa viene rilanciata una possibile soluzione di sistema, che alcune fonti confermano essere tra le ipotesi allo studio, di un coinvolgimento di altre Fondazioni bancarie in soccorso si quella senese.

L'idea di una soluzione di sistema, secondo alcune fonti coinvolte, vedrebbe il pressing di Tesoro e Bankitalia che però ne' confermano ne' commentano. Si attuerebbe con uno scambio di titoli tra la Fondazione Mps e altre fondazioni, in primo luogo Cariplo, Compagnia Sanpaolo e Cariverona, che cederebbero parte delle loro azioni di Intesa Sanpaolo e UniCredit per rilevare fino al 20% di Mps da Fondazione Mps.

"L'ipotesi è sul tavolo ma è di estrema difficoltà, forse l'ultima ratio", spiega una fonte vicina a una delle fondazioni potenzialmente coinvolte.

"Si potrebbe farla solo con una moral suasion eccezionale, le difficoltà superano i vantaggi", aggiunge la fonte sottolineando che servirebbe un forte sconto sul pacchetto di titolo Mps che le fondazioni si prenderebbero in carico per rendere l'ipotesi perseguibile.

Una seconda fonte vicina alla situazione osserva che, fra i nomi citati, "Compagnia di San Paolo è scettica sulla fattibilità dell'operazione, da cui si sarebbe tirata fuori". Fuori da questa partita sarebbe anche Fondazione Crt.

Una terza fonte che pure segue direttamente questo dossier appare decisamente scettica. "Non c'è nessun progresso e non ne vedo di possibili", dice sostenendo anche che il pressing delle Autorità "senza una soluzione adeguata non ha avuto, non ha, ne' avrà alcun tipo di risultato".

Più netta la presa di distanza di un'altra tra le molte fonti sentite in queste ore che sono vicine alle Fondazioni coinvolte. "Questa idea mi sembra follia. La moral suasion non mi basterebbe di certo. Vorrei che mi mettessero per iscritto perché una Fondazione dovrebbe fare una operazione del genere".

Non a caso martedì scorso la Fondazione Mps dal canto suo ha smentito di avere trattative con altre fondazioni per cedere o scambiare la sua partecipazione.

Secondo quanto scrive oggi MF il piano che Cariplo, Cariverona e Compagnia di San Paolo stanno mettendo a punto d'intesa con il ministero dell'Economia è uno swap azionario che prevede che le tre fondazioni rilevino dalla Fondazione Mps il 20% della banca conferitaria (valore a ieri 368 milioni) in cambio dello 0,9% di Intesa Sanpaolo e dello 0,38% di Unicredit che sempre ieri valevano complessivamente 359 milioni, quindi sostanzialmente senza alcuno sconto.

Santorini E Ricoperture

Meno speculative sono altre spiegazioni del rialzo di Mps - che bisogna ricordare ha comunque perso a ieri nell'ultimo mese circa il 26%. I trader parlano dell'annuncio di ieri della chiusura anticipata con Deutsche Bank della costosa operazione Santorini e anche di ricoperture di chi vede un probabile allontanarsi del timing dell'aumento di capitale, che necessariamente metterà sotto forte pressione il titolo essendo di un ammontare ben superiore all'intera capitalizzazione.

Goldman Sachs commenta in un report l'accordo su Santorini evidenziando l'impatto positivo che avrà sugli utili prospettici di Mps. Natixis sottolinea che l'impatto positivo a breve termine sul titolo è legato alla benefica riduzione dell'esposizione verso i Btp per 2 miliardi e i 25 punti basi di patrimonio in più. Osserva però che il vero scoglio sarà l'aumento con le contrastanti posizioni tra banca e Fondazione. Kepler infine saluta con favore l'accordo su Santorini che migliora il profilo di rischio della banca senese. -- Hanno collaborato da Milano Silvia Aloisi e Paola Arosio, da Torino Gianni Montani

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below