Argentina, governo minaccia presa controllo società elettriche

giovedì 19 dicembre 2013 19:44
 

BUENOS AIRES, 19 dicembre (Reuters) - Il governo argentino ha minacciato di prendere il controllo delle principali società che si occupano della distribuzione dell'elettricità nel paese, Edenor e Edesur, a causa della sospensione del servizio in vaste zone della città di Buenos Aires e dintorni.

Le alte temperature registrate negli ultimi giorni hanno infatti portato all'interruzione del servizio per diversi giorni in alcune zone della capitale argentina.

"Qui ci sono i responsabili, sono le due società incaricate della prestazione del servizio. Questa è la nostra posizione", ha detto in una conferenza stampa il capo di Gabinetto Jorge Capitanich.

"Se non sono disposti a prestare il servizio come la gente merita, noi siamo disposti a farci carico del servizio", ha aggiunto.

Edenor, di proprietà dell'argentina Pampa Energía , e Edesur, controllata indirettamente da Enel sono le maggiori società di distribuzione elettrica di Buenos Aires e dintorni.

Dopo il monito del governo le azioni Edenor hanno ampiato i ribassi e sono arrivate a perdere il 7,75%.

Il governo della peronista Cristina Fernández ha nazionalizzato diverse società di servizi pubblici.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia