PUNTO 2-Alcoa, al via negoziato "decisivo" con Klesch, dice la Cisl

giovedì 19 dicembre 2013 17:21
 

(Aggiunge nota ministero)

ROMA, 19 dicembre (Reuters) - Nell'incontro di oggi presso il ministero dello Sviluppo economico sulla vertenza Alcoa di Portovesme è stato annunciato ai sindacati l'avvio di un negoziato, definito "decisivo", con Klesch che dovrebbe concludersi entro febbraio.

E' quanto scrive la Cisl in un comunicato al termine dell'incontro con le istituzioni locali sarde e il sottosegretario Claudio De Vincenti.

Nel corso dell'incontro il governo ha riferito "sullo stato della trattativa in atto tra Alcoa e Klesch per l'acquisizione, da parte di quest'ultima, dello stabilimento di Alcoa di Portovesme. Il Mise ci ha comunicato che l'unico soggetto che al momento ha presentato una reale manifestazione d'interesse è l'americana Klesch con cui siamo di fronte all'avvio di una fase decisiva e di merito del negoziato che fino a questo momento rimasto nella totale informalità", dice la Cisl.

"I cda delle due aziende stanno per deliberare in merito ad un verbale di incontro comune che definisce un percorso condiviso di negoziato" che dovrebbe avere nel mese di febbraio il passaggio "decisivo", dice la nota.

Il ministero conferma la ripresa della trattativa e aggiunge di avere rinnovato la cassa integrazione: "Al tavolo è stata apprezzata la ripartenza della trattativa tra le due aziende sulla base della convergenza su un sistema di garanzie condivise circa modalità di pagamento e valutazioni del piano industriale. Per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali, il governo ha annunciato il via libera all' utilizzo del secondo anno di cassa integrazione per i lavoratori di Alcoa", si legge in un comunicato del ministero dello Sviluppo.

Da parte sua l'Alcoa ribadisce le proprie posizioni: "Come dichiarato in precedenza, Alcoa continuerà a mantenere lo smelter in condizione di essere riavviato fino alla fine di giugno 2014 e durante questo periodo resterà disponibile a discutere della vendita dello stabilimento in condizioni di fermata ad un operatore adeguato. Alcoa è disponibile a prendere in considerazione proposte che garantiscano l'operatività dello stabilimento e minimizzino i rischi per i suoi dipendenti e l'azienda stessa".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia