BORSE EUROPA - Indici ai max 2 settimane dopo lieve taglio stimoli Fed

giovedì 19 dicembre 2013 11:04
 

INDICI                       ORE 10,50   VAR %   CHIUS. 2012
 EUROSTOXX50                    3.023,12   +1,62      2.635,93
 FTSEUROFIRST300                1.277,11   +1,43      1.133,96
 STOXX BANCHE                     187,93   +1,58        163,19
 STOXX OIL&GAS                    321,92   +1,15        322,84
 STOXX ASSICURAZIONI              220,55   +1,90        177,11
 STOXX AUTO                       470,67   +1,68        351,07
 STOXX TLC                        292,35   +1,84        225,36
 STOXX TECH                       282,35   +1,41        229,37
    
    PARIGI, 19 dicembre (Reuters) - Le borse europee salgono ai
massimi delle ultime due settimane sostenute da un sentiment
positivo sui mercati dopo che la Fed ha annunciato la decisione
di tagliare gli stimoli all'economia e ha confermato il suo
impegno a mantenere i tassi di interesse bassi.
   Già ieri Wall Street aveva accolto bene la notizia ritenendo
che una riduzione degli acquisti di bond di 10 miliardi sia di
modesta entità e facilmente sostenibile dall'economia che ha
raggiunto buoni fondamentali ed è in grado di camminare da sola.
Allo stesso tempo la Fed ha indicato che i tassi resteranno
intorno a quota zero ancora più a lungo di quanto in precedenza
promesso.
    "L'annuncio complessivo non è così 'hawkish' come poteva
sembrare. La Fed ha annunciato la riduzione degli stimoli ma ha
anche allungato le aspettatve su quando saranno alzati tassi",
dice Daniel McCormack, strategist di Macquarie.
    "Non ci sono aspetti negativi. L'azionario tende a
sovraperformare nei cicli economici più ristretti in quanto con
questo tipo di ciclo la crescita a la domanda sono forti. Di
conseguenza bisogna essere ben posizionati nei settori ciclici
come industriali, tecnologici, beni di consumo e finanziari ",
aggiunge.
    Un ulteriore elemento di sostegno ai mercati, sul fronte
europeo, è l'accordo raggiunto dall'Ecofin sul meccanismo di
risoluzione bancaria che deve essere approvato ora al Parlamento
euuropeo.
     Attorno alle 10,50 l'indice FTSEurofirst 300 sale
dell'1,4% circa. Londra guadagna 0,91%, Francoforte
 1,45%, Parigi 1,41% e Madrid 1,81%.    
  
    
    Tra i titoli in evidenza:  
    * SAAB balza del 24% ai massimi degli ultimi
cinque anni dopo che il gruppo svedese si è aggiudicata una
maxi-commessa da 4,5 miliardi di dollari dall'aviazione militare
del Brasile per la fornitura di 36 nuovi caccia Gripen NG entro
il 2020.
    
    * Il gruppo dell'aviazione francese DASSAULT,
altro concorrente per la commessa brasiliana, perde invece il
3,5%.
    
    * ASTRAZENECA avanza di un punto percentuale dopo
l'accordo per il riacquisto della quota detenuta dal partner
BRISTOL-MYERS SQUIBB nella joint venture attiva nei
trattamenti per il diabete per una cifra fino a 4,1 miliardi di
dollari.
    
    * BAYER sale di oltre l'1% dopo avere alzato
l'offerta di acquisto di ALGETA a 362 corone per
azione dalla proposta iniziale di 336 corone, un rilancio che 
gli garantirà di concludere l'operazione.
    
    * La compagnia aerea scandinava SAS ha annunciato
il primo utile annuale dal 2007 ma ha detto che le debole
condizioni del mercato potranno rallentare il suo piano di
rilancio. Il titolo cede il 4,4%.
    
   
    
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia