BORSE ASIA-PACIFICO - Indici misti dopo decisione Fed, debole Cina

giovedì 19 dicembre 2013 09:08
 

INDICE                          ORE 9,00    VAR %   CHIUS. 2012
 MSCI ASIA-PAC.                  457,87      -0,10   466,03
 HONG KONG                       22.894,23   -1,08   22.656,92
 SINGAPORE                       3.058,41    -0,11   3.167,08
 TAIWAN                          8.407,40    +0,70   7.699,50
 SEOUL                           1.975,65    +0,05   1.997,05
 SHANGHAI COMP                   2.127,792   -0,95   2.269,128
 SYDNEY                          5.202,232   +2,08   4.648,950
 MUMBAI                          20.719,33   -0,68   19.426,71
 
    19 dicembre (Reuters) - Seduta mista per le borse asiatiche
dopo la decisone della Fed Usa di ridurre il piano di stimoli
monetari e la confermana dell'impegno a mantenere bassi tassi di
interesse.
    Il sentiment è generalmente positivo e sostenuto dalla
visione che la mossa della Fed sia stata di modesta entità e
facimente sostenibile per l'economia Usa ma alcune piazze 
asiatiche, e in particolare l'azionario cinese, risentono di
temi specifici.
    Intorno alle 9,00 l'indice MSCI, che non
comprende Tokyo, perde lo 0,10%, mentre il Nikkei ha chiuso in
rialzo dell'1,74% ai massimi del dicembre del 2007.
    In  controtendenza HONG KONG segna un calo dei oltre l'1%
appesantito dai timori degli investitori per il rialzo dei tassi
monetari per il secondo giorno consecutivo. Negativa anche
SHANGHAI anche se i volumi di scambi sono modesti.
     Si indebolisce SINGAPORE dopo i primi guadagni mentre
TAIWAN sfrutta l'iniziale scia positiva e chiude con in rialzo
dello 0,7% anche se gli investitori sono prudenti sulle
prospettive di cresita dell'economia locale.
    Piatta SEOUL che risente del rialzo dei tassi monetari
cinesei, mentre SYDNEY balza ai massimi da luglio scorso.
    
    
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia