No a presidenza Generali, valuterei incarico Ilva - Scaroni a Radio 24

martedì 2 febbraio 2016 12:29
 

MILANO, 2 febbraio (Reuters) - L'ex AD di Eni Paolo Scaroni chiude la porta a una possibile candidatura alla presidenza di Generali, mentre si dice disponibile a valutare un incarico con una cordata italiana che eventualmente si dovesse creare per intervenire su Ilva.

"Nessuno me l'ha proposto e comunque non lo accetterei. Mi piace molto stare alla banca Rothschild e sarebbe incompatibile. No ufficiale", dice Scaroni, oggi deputy chairman di Rothschild, nella trasmissione 'Faccia a faccia' di Radio 24, a proposito di un possibile suo approdo alla presidenza di Generali.

Secondo quanto scritto da alcuni quotidiani nei giorni scorsi, un gruppo di azionisti della compagnia triestina vorrebbe un presidente forte per la compagnia, l'indomani del mancato rinnovo del Ceo Mario Greco. Tra i nomi fatti dai quotidiani ci sono Scaroni ed Enrico Cucchiani.

Per ciò che riguarda l'Ilva "il processo di dismissione è appena iniziato, è molto presto per fare ragionamenti", ha detto Scaroni. "Diciamo che se si creasse una cordata italiana che avesse bisogno di una persona che conosce un po' il mondo dell'acciaio ci penserei".

Quindi "non diciamo no", ha aggiunto. "Qualcuno me l'ha ventilato, ma ripeto, siccome siamo in una fase molto molto iniziale, è difficile ventilare ipotesi così remote", ha concluso.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia