EI Towers, sì a colloqui con Rai Way se fanno prima mossa - Ceo Barbieri

giovedì 25 giugno 2015 17:41
 

MILANO, 25 giugno (Reuters) - EI Towers è pronta a sedersi a un tavolo con Rai Way per discutere di una possibile integrazione in presenza di una passo in questa direzione della controparte.

Lo ha ribadito il Ceo di EI Towers, Guido Barbieri, a margine della Italian Conference organizzata da Mediobanca che ha visto la partecipazione di 30 Ceo, 140 investitori e la presenza di Bankitalia.

"Il progetto industriale ha talmente senso che chiunque abbia voglia di fare la prima mossa è il benvenuto. La nostra operazione è totalmente chiusa ma il progetto industriale è di assoluta attualità", ha dichiarato Barbieri.

Lo scorso febbraio EI Towers, controllata Mediaset, ha annunciato a sorpresa un'offerta pubblica di acquisto su Rai Way condizionata al raggiungimento di almeno il 66,7% del capitale. L'offerta è poi decaduta anche perché la Rai, azionista di riferimento di Rai Way, ha messo in chiaro che non avrebbe aderito nemmeno a un'offerta per una quota di minoranza della società.

"L'Italia è l'unico paese che non ha un operatore unico in Europa delle torri di trasmissione e soprattutto la presenza di operatori internazionali che si dichiarano molto aggressivi sul mercato italiano dovrebbe far riflettere sull'importanza di avere un operatore con le spalle larghe", ha proseguito Barbieri.

Il manager ha poi escluso la possibilità di un'integrazione con Inwit, società delle torri di trasmissione tlc del gruppo Telecom Italia, sbarcato in borsa qualche giorno fa.

"La prossimità con la quotazione è un valido motivo da parte di Telecom per dire di no", ha spiegato sottolineando tuttavia che avrebbe comunque senso un'integrazione tra un operatore di torri principalmente broadcast con uno telefonico e ricordando che, prima di Rai Way, EI Towers aveva studiato un'operazione con Wind.

(Gianluca Semeraro)   Continua...