Intesa, Ipo private banking, asset management se legata ad aggregazioni-Ceo

lunedì 23 febbraio 2015 14:00
 

MILANO, 23 febbraio (Reuters) - La quotazione delle società di private banking o di asset management di Intesa Sanpaolo verrà valutata in presenza di opportunità di crescita esterna.

Lo ha detto il Ceo Carlo Messina a margine della presentazione del settimo rapporto sui distretti industriali curato dalla direzione studi e ricerche dell'istituto.

"Se fosse necessario, per fare un'aggregazione con altri, lavorare sulla quotazione del private banking e dell'asset management, lo considererei perché se fai un'aggregazione con un soggetto che ha un valore rilevante è meglio usare la stessa carta", ha spiegato Messina.

"Una quotazione sarebbe prevalentemente legata a una crescita per linee esterne", ha aggiunto sottolineando che un altro motivo che potrebbe spingere alla quotazione delle attività di private banking e asset management riguarda l'opportunità di rendere azionisti i promotori e i private banker.

"In questo momento non abbiamo deciso se e come lo faremo", ha poi precisato Messina sottolineando che non c'è nessun target di aggregazione "operativo" sul tavolo.

Il banchiere ha ribadito l'interesse a crescere per linee esterne nei due settori "laddove possiamo trovare marchi interessanti nei principali paesi a tripla A".

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia