Generali, quota Telecom in carico a 0,72 euro, non vede altre svalutazioni-Cfo

giovedì 13 marzo 2014 08:30
 

MILANO, 13 marzo (Reuters) - Dopo la svalutazione del 2013, il valore di carico di Telecom nel bilancio Generali è sceso a 0,72 euro, leggermente inferiore a quello corrente intorno agli 0,80 euro per azione.

Lo ha detto il Cfo Alberto Minali, nel press briefing sui conti 2013, aggiungendo che la svalutazione è coerente con un'ipotesi di uscita dalla holding Telco, tramite la quale la compagnia partecipa al capitale di Telecom, nei prossimi mesi.

"Con la svalutazione della partecipazione in Telco abbiamo portato il valore dell'azione Telecom a 0,72 euro. La svalutazione è totale, non ci saranno altre svalutazioni", ha detto Minali.

Questa operazione è coerente con "l'ipotesi di uscita da Telco nei prossimi mesi", ha sottolineato Minali aggiungendo di ritenere a oggi "meno probabile" la possibilità che Telefonica eserciti la sua opzione a 1,1 euro per azione come previsto dal contratto.

Il Ceo Mario Greco ha poi sottolineato che la compagnia non avrà suoi candidati nel prossimo Cda Telecom ma intende comunque esprimere un voto in assemblea. "Abbiamo un interesse in trasparenza - ha detto - e voteremo le liste che verranno presentate da Telco".

Nel 2013 la partecipazione in Telco è stata svalutata per 189 milioni di euro.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia