Mediobanca, Cda esamina risposte Bankitalia, non parla di governance-fonte

giovedì 13 febbraio 2014 15:41
 

MILANO, 13 febbraio (Reuters) - Il Cda di Mediobanca si è riunito oggi per esaminare la bozza del documento di risposta alle osservazioni di Bankitalia a seguito di un'ispezione condotta nei mesi scorsi, i cui esiti sono stati illustrati ai consiglieri il 9 gennaio.

Secondo quanto riferito da una fonte vicina al Cda, non si è parlato di governance in senso stretto, cioè riferita alla composizione del consiglio o ai compiti del presidente, ma "più di struttura organizzativa, di funzioni e di deleghe".

"Il Cda ha esaminato la bozza del documento di risposta al rapporto ispettivo, spetta al prossimo Cda approvare la risposta definitiva", ha spiegato la fonte.

"Non abbiamo parlato di governance, ma di adeguamento della struttura organizzativa della banca", ha aggiunto sottolineando come nel rapporto ispettivo non vi fossero riferimenti alla governance.

Uscendo dalla riunione, Dieter Rampl, vicepresidente di Mediobanca, si è limitato a dire che sulla governance "si sta ancora lavorando e il processo è ancora in corso". Il banchiere ha sottolineato che non si è parlato delle funzioni del presidente.

Nelle nuove disposizioni in materia di governance, Bankitalia chiede agli istituti Cda più snelli e l'istituzioni di un presidente non esecutivo, figura quest'ultima che non troverebbe corrispondenza nell'attuale vertice di Mediobanca Renato Pagliaro.

In consiglio, già nei mesi scorsi, sono emerse alcune perplessità su questo punto e soprattutto la volontà di non rinunciare a una figura professionale come quella di Pagliaro, ritenuta preziosa per il funzionamento della governance della banca.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia