Bce restringe utilizzo di bond bancari 'unsecured' come collaterale

mercoledì 5 ottobre 2016 11:28
 

FRANCOFORTE, 5 ottobre (Reuters) - La Banca centrale europea continuerà ad accettare bond bancari 'unsecured' (Ubb) come collaterale ma ha deciso che dal primo gennaio del prossimo anno ne ridurrà il limite di utilizzo.

La decisione giunge in risposta alle nuove norme europee sul bail-in, secondo cui gli investitori di una banca, compresi i detentori di bond non garantiti da collaterale, in caso di default subiscono perdite prima che si faccia ricorso a denaro pubblico.

La mossa della Bce garantisce che i bond bancari 'senior unsecured' soggetti a "subordinazione per statuto", laddove le leggi nazionali dicano che devono essere svalutati prima di altri bond senior in caso di bail-in, possano ancora essere utilizzati dalla banche e dalle società di investimento per prendere a prestito denaro dalla Bce.

"La Bce ha deciso di mantenere al momento l'ammissibilità degli Ubb", compresa quella dei titoli Ubb che in base alle regole attuali non avrebbero più potuto far parte dei bond considerati ammissibili per la Bce a partire dal primo gennaio 2017, scrive Francoforte in una nota.

La Bce tuttavia renderà più rigido l'utilizzo di questo tipo di debito come collaterale e aumenterà i controlli sui rischi prima di concedere l'ammissibilità.

"La Bce ha deciso di rudurre dal primo gennaio 2017 il limite di utilizzo per i bond bancari uncovered dal 5% al 2,5%", aggiunge la nota.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia" Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia