Piano investimenti Ue, a paesi più ricchi 92% fondi, Italia tra i primi

martedì 4 ottobre 2016 19:36
 

BRUXELLES, 4 ottobre (Reuters) - Quasi tutto il denaro del piano di investimenti da 315 miliardi di euro dell'Ue speso finora è andato ai 15 paesi più ricchi dell'Unione.

È quanto emerge da un rapporto della Banca europea di investimento.

Italia e Spagna sono i paesi che hanno beneficiato di più dei finanziamenti per progetti in infrastrutture e innnovazione, insieme alla Gran Bretagna, che ha votato per lasciare l'Ue lo scorso giugno.

Il rapporto, visionato da Reuters, precisa inoltre che il piano è sulla strada del suo completamento come previsto a metà 2018.

Il piano di investimento, lanciato a metà dello scorso anno, cerca di attrarre fondi privati nel finanzialmento di investimenti, con le parti più rischiose coperte dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (Efsi) usando 21 miliardi di euro di denaro pubblico.

Alla fine di giugno, un anno dopo l'introduzione del piano triennale, il programma aveva generato 104,75 miliardi di investimento, o un terzo del risultato pianificato, spiega la Bei in un dossier di valutazione del piano, che co-finanzia.

"Se i trend passati continueranno e se la strategia di Efsi in termini di nuovi prodotti e nuove forme di cooperazione si materializzerà come previsto, possiamo aspettarci che l'obiettivo di Efsi per l'investimento totale sarà raggiunto nei termini previsti", aggiunge Bei.

Il rapporto sottolinea però una certa preoccupazione per il fatto che gli investimenti siano andati a progetti nei 15 paesi Ue più ricchi invece dei 13 più poveri.

"E' preoccupante che il portafoglio aggregato di Efsi sia altamente concentrato (92%) nell'EU15 e solo all'8% nell'EU13", si legge.   Continua...