Gasdotto Itgi complementare a Tap, non esclusivo - Ad Edison

mercoledì 25 maggio 2016 14:37
 

MILANO, 25 maggio (Reuters) - Il progetto del gasdotto Itgi-Poseidon - frutto di un memorandum d'intesa firmato il 24 febbraio scorso da Gazprom, Edison, Edf e dalla compagnia elettrica greca Depa - è complementare a Tap, l'infrastruttura che, a partire dal 2020, porterà il gas azero in Puglia. Sempre la Puglia sarebbe la regione di approdo anche per Itgi, qualora venisse realizzato, ma portando gas dalla Russia.

"Chi lo sa, dipende se partirà la fase 2 di Tap, un progetto molto ambizioso che sta per portare 10 miliardi di metri cubi di gas; oggi, in Italia, la domanda di gas è di 70 miliardi", ha così risposto l'AD di Edison, Marc Benayoun, a margine di una presentazione.

Il numero uno di Edison ritiene "che ci sia spazio per portare gas in un progetto multi fonti, anche con il gas russo e da altre parti come l'Est Mediterraneo, verso il Sud Italia. Si tratta di un progetto complementare, ma non esclusivo".

Il progetto Poseidon-Itgi prevede la costruzione di un gasdotto che parte dalla Russia e, passando sotto il Mar Nero, attraversa la Grecia per approdare a Otranto, a sud di Lecce.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia