Eni, su cessione quota giacimento Mozambico non c'è fretta - AD

lunedì 23 maggio 2016 17:48
 

BRUXELLES, 23 maggio (Reuters) - Per la vendita di una quota del giacimento in Mozambico Eni non ha fretta e punta a chiudere entro fine anno o eventualmente nel 2017.

Lo ha detto l'AD Claudio Descalzi a margine di una visita al parlamento europeo.

"Non ci sono problemi sull'operatorship", ha spiegato. "Quando abbiamo presentato il nostro piano di m&a abbiamo detto nei prossimi due anni, ma non abbiamo fretta: quando vendi devi farlo al miglior prezzo. (Venderemo) nella migliore delle ipotesi alla fine dell'anno o nel 2017".

Nelle settimane scorse Descalzi ha più volte ribadito che i negoziati per la cessione di una quota del giacimento sono in corso e di puntare a chiudere entro fine anno.

Per quanto riguarda i rapporti con l'Egitto dopo il caso dell'omicidio di Giulio Regeni, Descalzi ha precisato che "non ci sono impatti sulla nostra operatività".

"Chiaramente non siamo contenti per quanto è successo, abbiamo scritto una lettera ad Amnesty international", ha aggiunto l'AD, sottolineando di credere che l'Egitto stia iniziando a collaborare con le istituzioni italiane.

(Alissa De Carbonnel)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia