BORSA TOKYO in ribasso su timori aumento Iva

lunedì 23 maggio 2016 08:24
 

TOKYO, 23 maggio (Reuters) - La borsa giapponese ha perso terreno oggi sul timore che il governo aumenti l'Iva, rischiando di danneggiare un'economia già fiacca.

A pesare sulla performance odierna anche il calo, ad aprile, dell'export (-10,1% su anno), sull'onda dello yen forte e della debolezza dell'economia cinese, in linea con le attese ma al settimo mese consecutivo in diminuzione.

L'indice Nikkei ha perso lo 0,49% a 16.654,60 punti dopo aver toccato quota 16.417,84, il livello più basso da una settimana. Il più ampio indice Topix ha perso lo 0,35%, a 1.338,68 punti.

L'attenzione degli investitori è stata soprattutto per il vertice dei ministri finanziari del G7 a Sendai, nel nordest del Giappone, che ha discusso anche di valute e politiche fiscali.

Alcuni organi di stampa, come il quotidiano finanziario Nikkei e l'Asahi Shimbun, hanno scritto che il ministro giapponese delle Finanze Taro Aso ha detto sabato scorso al suo omologo americano Jack Lew che il Giappone aumenterà l'Iva come previsto.

I trader riferiscono che il mercato è stato preso alla sprovvista, perché solo pochi giorni prima lo stesso Nikkei aveva scritto della decisione del premier Shinzo Abe di rinviare l'aumento per non danneggiare ulteriormente la fiducia dei consumatori.

"Il mercato era convinto al 100% che l'aumento sarebbe stato posticipato", dice Norihiro Fujito, senior investment strategist di Mitsubishi UFJ Morgan Stanley Securities.

Fujito dice che il mercato deve ancora attendere un pronunciamento ufficiale del premier, ma che l'iniziativa di Aso mette il Giappone in una posizione difficile perché se ora dicesse che in realtà rinvia l'aumento potrebbe tradire un impegno internazionale.

Sulla giornata in borsa ha pesato anche la performance negativa dei titoli energetici, dopo il calo dei prezzi petroliferi a causa del rafforzamento del dollaro.   Continua...