Telecom Italia rinvia su ipotesi cessione Inwit, conversione risp

lunedì 16 maggio 2016 13:26
 

MILANO, 16 maggio (Reuters) - Telecom Italia mette uno stop temporaneo alla conversione delle azioni di risparmio e cessione delle torri Inwit, che avrebbero portato risorse fresche, e sposta l'attenzione sulla disciplina dei costi.

Intanto le azioni in borsa, arrivate a salire del 4,5% sul taglio per 1,6 miliardi al 2018, scendono dai massimi negli scambi successivi, con gli analisti incerti sulla possibilità di raggiungere l'obiettivo.

Un analista si dice cauto sulla stabilizzazione dell'Ebitda nel 2016, che era già incluso nel precedente piano.

Un altro definisce possibile arrivare al taglio dei costi annunciato, considerate le sacche di inefficienza che ha il gruppo, ma di non facile realizzazione.

Jefferies parla di cost-cutting "ambizioso".

La conversione delle risparmio, che se effettuata con conguaglio potrebbe portare più di 500 milioni nelle casse del gruppo, per ora non si fa.

"E' un'operazione che creerebbe valore", ha detto l'AD Flavio Cattaneo, nella conference call con gli analisti. "Ma ora non ci sono più le condizioni per realizzarla".

Bisognerà attendere anche sulla cessione della società delle torri Inwit, per cui erano arrivate due offerte concorrenti, da parte del tandem formato da Cellnex, gruppo Abertis , e il fondo infrastrutturale F2i e da Ei Towers , controllata Mediaset.

"Decideremo nei prossimi mesi", ha detto Cattaneo.   Continua...