Bpm-Banco stima utili per 1,1 mld al 2019, pay-out del 40%

lunedì 16 maggio 2016 14:55
 

MILANO, 16 maggio (Reuters) - Il nuovo gruppo bancario, il terzo in Italia, che nascerà dalla fusione tra Bpm e Banco Popolare dovrebbe raggiungere nel 2019 un utile netto normalizzato di 1,1 miliardo nel 2019 e generare sinergie a regime per 460 milioni di euro.

Il piano strategico approvato di board dei due istituti, prevede inoltre un target di dividend pay-out del 40%, secondo un comunicato congiunto.

Delle sinergie previste, 320 milioni sono sui costi, di cui 140 milioni da riduzione del personale, con esuberi per 1.800 unità da gestire con il ricorso di fondi di solidarietà.

Le sinergie di ricavi sono pari a 138 milioni.

I costi di integrazione sono stimati a 480 milioni (circa 150% delle sinergie di costo) e si prevede che siano pienamente sostenuti entro il 2018.

Sul fronte patrimoniale il CET 1 fully phased ratio al 2019 è visto al 12,9% comprensivo dell'aumento di capitale pre-fusione di 1 miliardo a carico del Banco Popolare per alzare le coperture dei credti deteriorati, come chiesto dalla Bce.

La copertura delle sofferenze salirà al 59% nel 2019 dal 57% del 2015 con un Texas Ratio del 114% dal 162%.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia