PUNTO 1-Rcs,Bonomi lancia contro-Opa con Della Valle,Mediobanca,Unipol,Pirelli

lunedì 16 maggio 2016 13:43
 

(Riscrive parzialmente con più dettagli)

di Claudia Cristoferi

MILANO, 16 maggio (Reuters) - Andrea Bonomi e quattro tra i principali soci di Rcs, tra cui Mediobanca e Diego Della Valle, lanciano un'Opa in contanti sul gruppo editoriale alternativa (e più generosa) all'offerta carta contro carta promossa da un altro azionista, Urbano Cairo, appoggiato da Intesa Sanpaolo.

Si apre dunque uno scontro aperto, sul mercato, per il controllo dell'editore del Corriere della Sera che mai aveva sperimentato battaglie finanziarie alla luce del sole e che fino a prima dell'Ops annunciata da Cairo Communication, l'8 aprile scorso, sembrava più un cruccio per i suoi azionisti che un'opportunità di investimento.

Bonomi tramite Investindustrial parteciperà all'Opa con Della Valle, Mediobanca, UnipolSai e Pirelli (che arrivano insieme al 22,6% di Rcs) offrendo 0,70 euro per azione, ossia 282,7 milioni, per il restante 77,4% di Rcs. In più la cordata, che vedrà Bonomi con il 45% della newco e i quattro soci con il 13,75% ciascuno, si dice già pronta a sottoscrivere pro quota eventuali aumenti di capitale fino a massimi 150 milioni.

Il titolo, sospeso nella mattinata in vista dell'annuncio, tratta poco sopra il prezzo d'Opa a 0,7045 euro con un rialzo del 18,4% dopo un massimo a 0,729 euro, mentre Cairo cede in borsa l'1,44 a 4,39 euro.

OPA IN CONTANTI E PIU' GENEROSA, A SOSTEGNO ATTUALE CDA

Cairo offre 0,12 azioni Cairo ogni Rcs: l'8 aprile valorizzava via Rizzoli 0,527 euro, pari a un premio del 26,8% sul giorno precedente; alla chiusura di venerdì scorso la valutava 0,534 euro. L'offerta cash di Bonomi e soci incorpora un premio del 68,4% rispetto al 7 aprile e del 17% rispetto venerdì 13 maggio.   Continua...