13 maggio 2016 / 15:37 / in un anno

SINTESI-Unipol, Cimbri annuncia piano a 2018 "realistico", ma mercato deluso

* Utili netti cumulati 2016-18 UnipolSai tra 1,4 e 1,6 miliardi

* Dividendi complessivi UnipolSai per 1 miliardo

* Accorciamento catena controllo non allo studio

di Andrea Mandalà

MILANO, 13 maggio (Reuters) - Il gruppo Unipol annuncia i target del nuovo piano triennale che deludono il mercato per quanto riguarda utili e dividendi ma che il management giudica concreti e raggiungibili nell‘attuale scenario di mercato.

UnipolSai punta ad utili netti cumulati nel triennio 2016-2018 tra 1,4 e 1,6 miliardi con una distribuzione di dividendi complessivi per circa 1 miliardo. La controllante Unipol vede utili netti tra 1,5 e 1,7 miliardi con un monte dividendi di 400 milioni.

Obiettivi che per qualche broker sono sotto le aspettative e che sulla carta non mostrano una crescita rispetto ai vecchi target, facendo scattare le vendite in borsa. Attorno alle 17,10 il titolo Unipol perde il 3% e UnipolSai il 2,8%.

“L‘andamento del titolo non mi sorprende. Siamo perfettamente consapevoli che veniamo da un triennio di grandi risultati, anche sopra le attese”, commenta Carlo Cimbri, AD di Unipol e presidente di UnipolSai.

Tuttavia, spiega, il contesto di mercato che vede una minore marginalità del ramo Auto e bassi tassi di interesse “non consente assunzioni e obiettivi diversi da quelli che ci siamo dati”.

Chiuso il lungo e complesso processo di integrazione con Fonsai dopo l‘acquisizione del 2012 il nuovo business plan è “senza frizzi e lazzi, non è glamour come il precedente ma molto concreto e solido”, sottolinea Cimbri.

“Non è un periodo di ostriche e champagne...I prossimi anni saranno per il settore assicurativo più complicati”, aggiunge.

Con 2,3 miliardi di euro di utili cumulati nel trienno 2013-2015 UnipolSai aveva battuto i target previsti nel vecchio piano. L‘AD ha ricordato inoltre che sono stati distribuiti dividendi per circa 1,5 miliardi ripagando sostanzialmente il capitale raccolto sul mercato per complessivi 1,7 miliardi.

SOLVENCY 2 STIMATO TRA 150-200%

Sotto il profilo patrimoniale il Solvency 2 consolidato per Unipolsai è stimato tra 150 e 200% e per Unipol tra 120 e 160%.

Relativamente alla gestione operativa, i nuovi obiettivi di UnipolSai prevedono al 2018 una raccolta premi Danni di 7,5 miliardi, con una crescita media annua dello 0,8% rispetto al 2015, e un combined ratio medio nel triennio, al netto delle riassicurazione, pari al 96%.

Nel comparto Vita il target è di raggiungere una raccolta di 5,7 miliardi nel 2018 da 6,7 miliardi del 2015.

Le azioni di razionalizzazione dei costi previste dal piano porteranno a risparmi per Unipol di 110 milioni a fine piano con investimenti per circa 300 milioni di euro.

CONFERMA RICERCA OPPORTUNITA’ PER UNIPOL BANCA

Cimbri ha sottolineato che il piano industriale è a perimetro costante e quindi include anche Unipol Banca, ma conferma che proseguirà la ricerca di opportunità di valorizzazione dell‘asset sfruttando eventualmente il processo di consolidamento in atto nel settore bancario.

In questo contesto Unipol ha recentemente acquisito quote sotto il 2% di Banco Popolare e Bper. Il primo obiettivo è quello di proteggere gli accordi di bancassicurazione ma nelle evoluzioni in corso in tema di M&A potrebbe esserci in un prossimo futuro spazio anche per il dossier Banca, anche se al momento non c‘è nulla sul tavolo.

Il gruppo bolognese conferma che l‘accorciamento della catena di controllo con la fusione tra UnipolSai non è allo studio, almeno “finché ci sarà la banca nel gruppo”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below