12 maggio 2016 / 07:22 / un anno fa

PUNTO 2-Generali scivola in Borsa dopo conti trim1, target piano confermati

(Aggiunge commenti trader, dettagli)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 12 maggio (Reuters) - Generali paga il conto ai mercati con il primo trimestre e scivola in borsa malgrado la conferma dei target del piano industriale e la promessa di un miglioramento della remunerazione degli azionisti.

Intorno alle 11,30 Generali cede il 4,12% a 12,57 euro con volumi già superiori alla media mensile dell'intera seduta. L'indice degli assicurativi europei cede lo 0,11%.

Alcuni analisti mettono in evidenza l'utile operativo leggermente sotto le attese, ma aggiungono che nel complesso la qualità è buona. E se un trader si limita a osservare che "il mercato appena può bastona tutti", un altro punta il dito sulla sostanziale "stazionarietà dei costi".

A questo proposito il direttore generale Alberto Minali ha osservato, in un briefing telefonico, che "il tema dei costi sarà molto analizzato e sarà un tema su cui punteremo molto per recuperare ulteriore redditività in futuro".

Secondo il presidente Gabriele Galateri "la borsa in questo momento ha una certa volatilità". "Sono convinto che i risultati dimostrano la solidità della società e la validità dell'equipe del management", ha detto a margine di un evento.

I primi tre mesi del 2016 si sono chiusi con un utile netto di 588 milioni di euro, in calo del 13,8% rispetto a un anno prima. Il dato risente anche di minori realizzi di plusvalenze su investimenti a causa delle avverse condizioni dei mercati, spiega una nota.

L'utile operativo scende a 1,163 miliardi con un calo del 12,3%, frazionalmente sotto il consensus di 1,205 miliardi elaborato da Reuters con cinque analisti. Il Roe operativo resta sopra il 13% al 13,3%. Confermato il target di roe operativo sopra il 13% al 2016.

Sul piano industriale, presentato dall'ex Ceo Mario Greco a maggio 2015 Minali, ha spiegato che "ha sicuramente target ambiziosi ma fattibili" quindi non ci sarà alcuna rivisitazione. "Dobbiamo essere ancora più bravi a fare il nostro mestiere e più efficienti in tema di costi con meno dispersione di valore", ha aggiunto. Nella nota anche la promessa di un miglioramento della remunerazione degli azionisti "in coerenza con il piano strategico".

I premi si attestano a 20 miliardi (-1,1%) con una sostanziale stabilità nei Danni (-0,6% a 6,3 miliardi) e un calo nel segmento Vita dell'1,3% a 13,4 miliardi. Il combined ratio dei rami Danni è migliorato al 92% di 1,3 punti percentuali.

L'Economic Solvency Ratio, calcolato applicando il modello interno all'intero perimetro del gruppo, scende al 188% dal 202% di fine 2015. Il Regulatory Solvency Ratio, che applica il modello interno soltanto alle compagnie del gruppo per cui è stato ottenuto l'ok dell'Ivass, è al 161% (dal 175%). Il contributo al Fondo Atlante di 150 milioni impatterà per 0,4-0,5 punti.

Ieri in serata il Cda di Generali ha approvato su proposta del Group Ceo Philippe Donnet uan revisione della struttura organizzativa del gruppo con la costituzione della funzione Global business lines & International che sarà affidata a Frederic de Courtois, oggi Ceo di Axa Italia, dall'1 settembre prossimo. Marco Sesana diventa AD e direttore generale di Generali Italia, mentre Donnet mantiene il ruolo di country manager Italia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below