Rcs, sto valutando Ops Cairo, prezzo basso ma apprezzo progetto-Rotelli

mercoledì 11 maggio 2016 14:00
 

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Paolo Rotelli, titolare del 3,5% di Rcs ereditato dal padre Giuseppe, non ha ancora deciso se aderire all'Ops di Cairo Communication perché il corrispettivo offerto è basso, ma apprezza il progetto di Urbano Cairo, cui riconsce coraggio e credibilità, e sottolinea che il gruppo editoriale ha bisogno di un solo azionista al comando per rimettere in sesto i suoi conti.

Sull'Ops "stiamo riflettendo con calma", ha detto il giovane presidente del gruppo ospedaliero San Donato.

"In generale penso che ci vuole un azionista unico per il Corriere: la società andrà bene quando ci sarà una persona che decide, una persona del settore che sappia come fare efficienze", che entri e faccia "subito tutto quello che serve, non come ha fatto (l'ex AD Pietro Scott) Jovane, e anche adesso, cioè entrare e dire 'tra due anni cambia tutto'", ha spiegato a margine della Food Law Conference organizzata dallo studio Legance. Quanto al nuoco cda, Rotelli ha precisato di non aver "seguito le ultime evoluzioni, ma ci vuole un'azione forte e immediata e non bruciare cassa fin dal primo trimestre".

L'offerta di Cairo "come idea e progetto è buona, mi piace che abbia avuto il coraggio di fare questo", ha proseguito. Ma, ha ricordato, "noi il San Raffaele lo abbiamo comprato al prezzo giusto: Cairo offre poco, quindi c'è un problema di prezzo". "L'idea ci piace, è coraggiosa, stiamo valutando con calma perché il prezzo è basso. L'impressione è positiva poi va visto il dettaglio", ha ribadito.

Secondo Paolo Rotelli Urbano Cairo ha dimostrato con il lavoro di risanamento di La7 "che è una persona capace". In Rcs "arriva con una promessa, quello che dice si può considerare attendibile".

Se non arrivasse un rialzo del prezzo offerto (0,12 azioni Cairo ogni Rcs), Rotelli non ha deciso cosa fare. "Stiamo riflettendo prioprio su questo. La nostra quota non è strategica, ma abbiamo già bruciato 300 milioni (nell'investimento in Rcs), ora varrà pochi milioni, tanto vale tenerla".

"Se non aderiamo all'Ops, non è che la vendiamo", ha precisato. L'unica cosa certa è che "non saliamo".

Per ora, aggiunge, nessuno si è fatto vivo né per rilevare la quota né per coinvolgerlo in ipotetiche controfferte. "Per ora nessuno ci ha chiesto azioni. Nessuno ci ha contattati in nessuna direzione. Siamo aperti a valutare tutto tranne che aumentare la nostra quota".

  Continua...