Vivendi supera 15% diritti voto UbiSoft, vuole rappresentanza in cda, non Opa

venerdì 29 aprile 2016 17:03
 

PARIGI, 29 aprile (Reuters) - Vivendi ha superato la soglia del 15% dei diritti di voto di Ubisoft e, pur dichiarando di non voler lanciare un'Opa né prendere il controllo dell'editore di videogiochi nei prossimi sei mesi, precisa che intende domandare cambiamenti nella composizione del cda.

Lo comunica un avviso dell'Autorité des marchés financiers (Amf), l'authority di controllo dei mercati francese.

Al 27 aprile Vivendi risulta titolare del 17,73% del capitale e del 15,66% dei diritti di voto di Ubisoft dopo aver effettuato acquisti sul mercato.

"Vivendi prevede di continuare ad acquistare sul mercato a seconda delle condizioni dei mercati(... e) non prevede di presentare un'offerta pubblica su Ubisoft né di prenderne il controllo", ha dichiarato il gruppo multimedia all'Amf.

"Vivendi continua ad auspicare una collaborazione fruttuosa con Ubisoft (... e) prevede di domandare cambiamenti nella composizione del cda allo scopo, in particolare, di ottenere una rappresentanza coerente con la propria partecipazione azionaria".

A dicembre Vivendi ha ottenuto quattro posti nel cda di Telecom Italia dopo aver accresciuto in maniera metodica la propria partecipazione nell'ex monopolista telefonico italiano.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia