PUNTO 1-Acea rinuncia a rating S&P: non riflette miglioramenti conseguiti

mercoledì 27 aprile 2016 19:56
 

(Aggiunge contenuti nota S&P)

ROMA, 27 aprile (Reuters) - Su richiesta di Acea, Standard & Poor's ha ritirato tutti i rating relativi alla società e alle emissioni obbligazionarie in circolazione, dopo aver confermato il giudizio di merito pari a BBB- sul debito a lungo termine e ad A-3 sul debito a breve termine, con outlook "Stabile".

Lo si legge in una nota dell'utility romana controllata dal Comune di Roma e che vede fra i principali azionisti l'imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone.

La decisione scrive l'azienda, "scaturisce da un'approfondita riflessione svolta anche con primari investitori e analisti e si è basata, tra l'altro, sulla non condivisibilità della metodologia valutativa adottata da Standard & Poor's che non riflette i significativi miglioramenti industriali e finanziari conseguiti dal Gruppo Acea negli ultimi anni".

S&P, confermando il ritiro delle valutazioni su Acea, in una nota ha scritto che "le prospettive stabili associate al rating, al momento del ritiro, riflettevano l'aspettativa di metriche di credito in linea con un profilo di rischio finanziario 'significativo' e [che l'agenzia] continua a ritenere che il rating di Acea sia penalizzato dall'insufficiente isolamento della governance e della strategia aziendale dall'influenza del suo azionista principale, il Comune di Roma, che costringe il rating a 'BBB-'".

Sul versante della gestione economica S&P ricorda che al momento del ritiro "continuava a riflettere un profilo di business solido in virtù della stabilità intrinseca e della visibilità sui flussi di cassa derivanti dall'attività idrica e dalla distribuzione elettrica nonostante la riduzione della remunerazione degli investimenti regolati a causa di un minor costo medio ponderato del capitale (WACC)".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia