Atlantia investirà diversi miliardi in 3-4 anni senza toccare rating

giovedì 21 aprile 2016 15:21
 

ROMA, 21 aprile (Reuters) - Atlantia punta a raddoppiare al 50% dall'attuale 25% la sua esposizione alla crescita globale investendo diversi miliardi ma con l'attenzione a non toccare l'attuale livello di rating che dà al gruppo italiano un vantaggio competitivo sui mercati dei capitali.

Lo ha detto l'AD Giovanni Castellucci a margine dell'assemblea degli azionisti che ha approvato il bilancio e lo ha confermato al vertice del gruppo per i prossimi tre anni, assieme al presidente Fabio Cerchiai.

"Il nostro obiettivo è aumentare la nostra esposizione alla crescita globale dall'attuale 25% al 50% entro 3-4 anni. Per accelerare questa crescita internazionale ci vuole molto capitale, si parla di miliardi da investire", ha detto l'AD del gruppo a cui fanno capo Autostrade per l'Italia e Aeroporti di Roma.

"Unica certezza è che vogliamo restare con il rating pari all'attuale che ci dà un vantaggio competitivo. Le nostre strategie di sviluppo saranno valutate con gli occhi delle agenzie di rating", ha aggiunto.

Attualmente Atlantia ha un rapporto debito su Ebitda di 3,2 volte, con un debito di circa 10 miliardi. "Ci sono ampi margini nella situazione attuale (di fare più leva mantenendo il rating)", ha spiegato.

Primo target di questa strategia sono le gare per la privatizzazione dell'aeroporto di Nizza e poi quello di Lione, che si chiuderanno rispettivamente entro l'estate e in autunno.

Nella gara "per l'aeroporto di Nizza siamo in cordata come capofila (75%) con Edf Invest. Il prossimo step è la presentazione delle offerte non vincolanti. A Lione andremo da soli, essendo un ticket molto più piccolo. Poi abbiamo contatti per aggregare eventualmente altri soggetti".

Eventuali cessioni di quote di minoranza di Aspi e Adr, ha spiegato Castellucci, saranno destinate "a finanziare gli investimenti se servono miliardi, ma Nizza la possiamo finanziare con risorse interne. Abbiamo 3 miliardi di risorse liquide", ha detto.

Nei prossimi mesi, ha detto Castellucci, Atlantia selezionerà gli advisor per la cessione di una quota del 25-30% massimo di Autostrade per l'Italia, mentre la trattativa per una analoga cessione di quota di Adr resta sospesa.   Continua...