BORSE ASIA-PACIFICO ai massimi da novembre grazie a risalita petrolio

giovedì 21 aprile 2016 08:44
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                     427,90       0,93     411,31
 TOKYO                         17.363,62    2,70     19.033,71
 HONG KONG                     21.609,22    1,76     21.914,40
 SINGAPORE                     2.955,22     0,18     2.882,73
 TAIWAN                        8.568,65     0,64     8.114,26
 SEUL                          2.022,10     0,81     1.800,75
 SHANGHAI COMP                 2.978,93     0,21     2.850,71
 SYDNEY                        5.272,70     1,09     5.295,86
 MUMBAI                        25.979,30    0,52     26.117,54
 
    21 aprile (Reuters) - Le borse asiatiche hanno toccato oggi i massimi da
cinque mesi e mezzo, dopo che i prezzi petroliferi hanno guadagnato il 4% nella
notte grazie a un dato sulle scorte Usa di greggio minore delle attese e alle
nuove speranze di un accordo tra i produttori.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, è in rialzo dello
0,9%. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso in forte aumento, +2,7%.
    Il future sul greggio Usa è salito oltre i 44 dollari al barile, al
massimo livello da cinque mesi. Il future sul Brent è salito oltre quota
46 dollari. Salgono anche i prezzi di altre commodity, con il rame che ha
toccato il massimo da un mese a questa parte, 4.994,50 dollari a tonnellata. 
L'indice Thomson Reuters Core Commodity ha toccato i livelli di inizio
dicembre. L'argento ha registrato un nuovo aumento dopo i forti guadagni
di martedì scorso ed è ai massimi da 11 mesi. Stabile invece la quotazione
dell'oro, classico bene-rifugio.
    ** SYDNEY ha chiuso in rialzo dell'1% circa grazie all'andamento dei
prezzi di petrolio e minerali di ferro, di cui hanno beneficiato il settore
minerario e quello energetico, con nuovi forti guadagni per BHP Billiton
 e Rio Tinto 
    ** SHANGHAI ritraccia dopo una seduta positiva, nonostante gli
annunci del governo di Pechino sulle nuove misure di sostegno all'economia e il
rialzo dei prezzi petroliferi. HONG KONG invece guadagna oltre 1,6%.
Prada in controtendenza, -0,58%.
    ** TAIWAN segna un aumento dello 0,6% grazie soprattutto al comparto
tecnologico, ispirato dall'ottimismo per l'andamento dell'export a marzo che ha
alimentato la speranza di un rialzo della domanda.
    ** SEUL guadagna lo 0,8% grazie agli acquisti da parte degli
investitori esteri.

    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia