Mitsubishi Motors ammette manipolazione test su carburante, titolo perde 15%

mercoledì 20 aprile 2016 13:25
 

TOKYO, 20 aprile (Reuters) - Le azioni di Mitsubishi Motors hanno perso il 15% dopo che la casa automobilistica ha reso noto oggi di aver falsificato alcuni test sul consumo di carburante per far sembrare i livelli delle emissioni più accettabili.

Il presidente del gruppo Tetsuro Aikawa si è scusato in una conferenza stampa a Tokyo per quello che si annuncia come il più grosso scandalo per Mitsubishi Motors in oltre un decennio.

Il titolo ha chiuso in calo di oltre il 15% a 733 yen, la perdita maggiore in un solo giorno in quasi 12 anni.

La società ha spiegato che la manipolazione dei test riguarda 625.000 veicoli prodotto da metà 2013, compresi la eK mini-wagon e 468.000 auto simili prodotte per Nissan Motor .

La società ha detto di voler smettere di produrre e vendere questo tipo di auto e ha nominato una commissione indipendente per indagare sulla questione.

Mitsubishi Motors è il primo produttore di auto giapponese a riferire cattive condotte sui test da quando l'anno scorso si è scoperto che Volkswagen aveva truccato i test di emissione dei diesel.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia