BORSA USA piatta, trimestrali deboli bilanciano rimbalzo greggio

martedì 19 aprile 2016 19:30
 

19 aprile (Reuters) - A Wall Street l'S&P e il Dow cedono terreno rispetto agli iniziali guadagni ma rimangono sopra la parità a breve distanza dai massimi storici in un mercato appesantito dai deboli risultati di Ibm e Netflix.

Il rimbalzo delle quotazioni del greggio e le trimestrali sopra le attese di Goldman Sachs e Johnson & Johnson hanno spinto l'S&P brevemente sopra quota 2.100 punti, trenta punti sotto i massimi storici.

Invece il Nasdaq, che si muove in calo, risente del ribasso del 25% di Illumina sulla scia dei risultati preliminari peggiori delle attese.

"Le società stanno annunciando risultati più o meno in linea con quello che avevano previsto e questo corrobora la nostra tesi che si tratta di un altro anno di crescita lenta" dice Kim Forrest, analista a Fort Pitt Capital Group.

Secondo Thomson Reuters I/B/E/S gli utili del primo trimestre delle società dell'S&P 500 sono attesi in calo del 7,6% in media.

** Intorno alle 19,15 italiane il Dow Jones sale dello 0,12%, l'S&P 500 dello 0,11%, mentre il Nasdaq cede lo 0,54%. Sei settori su dieci dell'S&P sono positivi, guidati dal comparto dei 'material' (+1,6%) e dell'energia (+1,4%)

** Johnson & Johnson sale dell'1,5% dopo i conti che evidenziano una marginale crescita delle vendite.

** Goldman Sachs sale di oltre il 2% dopo avere riportato un utile trimestrale migliore delle attese. In rialzo anche le altre banche: Bank of America, JP Morgan , Morgan Stanley e Wells Fargo segnano guadagni tra l'1,4% e l'1,9%.

** Ibm cede il 6,4% dopo aver annunciato il peggior trimestre dal punto di vista dei ricavi degli ultimi 14 anni.   Continua...