BORSE ASIA-PACIFICO in rialzo su scia Wall Street, petrolio

martedì 19 aprile 2016 08:54
 

INDICE                        ORE  8,35    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     424,71       0,83     467,23
 TOKYO                         16.874,44    3,68     17.450,77
 HONG KONG                     21.352,70    0,90     23.605,04
 SINGAPORE                     2.940,64     0,78      3.365,15
 TAIWAN                        8.633,72     -0,37     9.307,26
 SEUL                          2.011,36     0,11      1.915,59
 SHANGHAI COMP                 3.040,47     0,22      3.234,68
 SYDNEY                        5.188,80     1,01      5.411,02
 MUMBAI                        CHIUSO       -        27.499,42
 19 aprile (Reuters) - I mercati azionari della regione Asia-Pacifico oggi sono
in rialzo ai massimi da cinque mesi, grazie al risultato di Wall Street e al
rialzo dei prezzi petroliferi, innescato da uno sciopero dei lavoratori del
settore in Kuwait.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, è in rialzo di oltre
lo 0,7%, dopo aver toccato il livello intraday più alto da novembre scorso.
L'indice Nikkei, che ieri aveva perso il 3,4%, oggi ha chiuso a +3,68%,
anche grazie al calo dello yen.
    I prezzi dei future sul petrolio sono scesi a un certo punto delle
contrattazioni, ma rimanendo comunque più in alto dei livelli toccati ieri a
causa del fallimento dei negoziati a Doha sul congelamento della produzione
petrolifera. Lo sciopero in Kuwait ha temporaneamente ridotto della metà la
produzione del Paese arabo. Le autorità kuwaitiane hanno comunque anticipato
un'azione legale contro gli scioperanti e anche il ricorso alle riserve
petrolifere.
    ** SYDNEY ha chiuso in rialzo dell'1%, grazie a un rally sulle
commodity e sui titoli energetici in particolare, seguito al rialzo dei prezzi
petroliferi. BHP Billiton ha guadagnato oltre il 5%, WorleyParsons
 quasi il 7%, Origin Energy il 5,7%, Rio Tinto quasi
il 4% nonostante abbia tagliato la guidance sulla produzione 2017 nelle miniere
di ferro.
    ** SHANGHAI perde invece lo 0,1% circa, mentre gli investitori sono
divisi nel giudizio sulla ripresa economica in Cina e sulla effettiva
sostenibilità di un rimbalzo in borsa (oggi i mercati sono in rialzo di circa il
15% dopo i minimi toccati il 29 febbraio). Secondo alcuni analisti, le riforme
strutturali avviate dal governo cinese fruttano risultati in modo più lento del
previsto. Praticamente piatto anche l'indice delle blue-chip CSI300. 
    ** Positiva invece HONG KONG, grazie al rimbalzo dei titoli
energetici e di quelli finanziari, con HSBC Holdings che guadagna il
2,7%. La banca ha annunciato che sta studiando la possibilità di un buy back su
parte delle proprie azioni. Prada segna +0,78%.
    ** SEUL ha chiuso a +0,1%, mentre la moneta locale, il won, ha
raggiunto il nuovo picco dell'anno, dopo che la banca centrale ha mantenuto
inalterati i tassi.
    ** MUMBAI oggi è chiusa per una festività.

    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia