Inchiesta Potenza, governo conferma fiducia a De Vincenti

mercoledì 13 aprile 2016 16:04
 

ROMA, 13 aprile (Reuters) - Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi ha confermato oggi la fiducia del governo al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, accusato dal M5s di essere coinvolto nella vicenda del progetto petrolifero nel mirino della Procura di Potenza.

Nel corso del question time alla Camera, il M5s ha chiesto le dimissioni di De Vincenti, ex viceministro dello Sviluppo Economico, in base a un report stampa secondo cui per i magistrati sarebbe stato "in grado di manovrare il ministero".

I grillini contestano la partecipazione del ministro all'elaborazione dell'emendamento del governo per sostenere il progetto petrolifero della Total "Tempa Rossa".

Nei giorni scorsi era stato lo stesso premier Matteo Renzi a rivendicare la paternità dell'emendamento.

De Vincenti non è indagato nell'inchiesta, che ha provocato le dimissioni del ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi per le informazioni fornite al compagno, l'imprenditore Gianluca Gemelli, accusato di corruzione nell'ambito di un'inchiesta su appalti legati a "Tempa Rossa".

Guidi è a sua volta considerata "parte lesa" dalla Procura potentina.

"Dobbiamo affrontare quelle che sono al momento ipotesi e illazioni e il genere fantasy", ha detto Boschi rispondendo all'interrogazione e confermando la fiducia a De Vincenti.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia