Telecom Italia ha risorse per investimenti senza aumento-AD Vivendi a Sole

venerdì 8 aprile 2016 10:03
 

MILANO, 8 aprile (Reuters) - Telecom Italia ha le risorse per aumentare il cash flow e gli investimenti senza dover ricorrere a una ricapitalizzazione.

A dirlo in un'intervista al Sole 24 ore è Arnaud de Puyfontaine, ceo di Vivendi, principale azionista di Telecom con il 24,9%.

"Un aumento di capitale è sempre un'opzione possibile per un'azienda, ma non è in agenda", spiega, sottolineando che Vivendi non chiede un taglio dei costi, ma "un contesto di maggiore efficienza, per investire con maggiore efficacia, cioè investire per un Roe più alto, aumentare l'Ebitda e il capex".

Relativamente alle due offerte di Cellnex-F2i e Ei Towers per Inwit, De Puyfontaine sembra prendere tempo. "Quando si cambia il management occorre ripensare i piani e dare la possibilità al nuovo management di farli suoi. A livello internazionale c'è un processo di consolidamento in corso nel business delle torri, ma non per questo vuol dire che si deve assecondarlo. Bisogna ancora discutere che ruolo hanno le torri mobili nel contesto del business di Telecom".

Per quanto riguarda una possibile collaborazione della compagnia telefonica con Enel per la banda ultralarga, il Ceo di Vivendi spiega che "il mio obiettivo è trovare la soluzione migliore per Telecom e per l'Italia".

"Se ci sono combinazioni possibili, perché no?", aggiunge.

Nessun commento invece su Mediaset, che oggi terrà un cda proprio per esaminare un possibile accordo con Vivendi. "Il nostro obiettivo è costruire un media group latino con partner chiave delle tlc", ha detto De Puyfontaine.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia