PUNTO 2-Appello elicotteri India, condannati Orsi e Spagnolini

giovedì 7 aprile 2016 19:16
 

(aggiorna con altre dichiarazioni difese, dettagli sentenza)

di Emilio Parodi

MILANO, 7 aprile (Reuters) - La seconda sezione della Corte d'Appello di Milano ha condannato gli ex AD di Finmeccanica e AgustaWestland, Giuseppe Orsi e Bruno Spagnolini, per le imputazioni di corruzione internazionale e false fatture al termine del processo di secondo grado sulle presunte tangenti per l'appalto da 560 milioni per 12 elicotteri all'India nel 2010.

La sentenza, letta dopo oltre sette ore di camera di consiglio dal presidente del collegio Marco Maria Maiga, ribalta l'assoluzione disposta in primo grado per la corruzione e stabilisce per Orsi una condanna di 4 anni e 6 mesi, per Spagnolini di 4 anni. Per i due, inoltre, è stata disposta una confisca complessiva di 7,5 milioni di euro. Oltre a 300.000 euro di provvisionale da versare alla parte civile Agenzia delle Entrate.

In particolare, dal dispositivo della sentenza si evince che, contrariamente al capo di imputazione originario, i giudici d'appello hanno ritenuto di configurare la corruzione per atto conforme ai doveri d'ufficio e non quella per atto contrario.

Per quel che riguarda l'imputazione di false fatture i giudici di secondo grado hanno confermato la sentenza del Tribunale.

DIFESA: "SENTENZA NULLA"

L'avvocato Ennio Amodio, difensore di Orsi, ha detto che entrambi gli imputati faranno ricorso in Cassazione. "Questo reato non può sussistere e verrà travolto dalla corte di Cassazione", ha detto. "Questa condanna è assolutamente inspegabile perché l'orientamento giurisprudenziale nella corruzione internazionale esclude l'ipotesi di questa corruzione 'impropria'".   Continua...