BORSE ASIA-PACIFICO vicine a minimi tre settimane

mercoledì 6 aprile 2016 09:14
 

INDICE                        ORE  8,55    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                     404,72       0,02     411,31
 TOKYO                         15.715,36    -0,11    19.033,71
 HONG KONG                     20.195,00    0,09     21.914,40
 SINGAPORE                     2.809,46     0,30     2.882,73
 TAIWAN                        8.513,30     -1,67    8.114,26
 SEUL                          1.971,32     0,44     1.800,75
 SHANGHAI COMP                 3.049,18     -0,13    2.850,71
 SYDNEY                        4.945,90     0,44     5.295,86
 MUMBAI                        24.949,62    0,27     26.117,54
 
    6 aprile (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico si sono avvicinate
oggi ai minimi da tre settimane, mentre gli investitori si interrogano sulla
reale forza dell'economia cinese. Al tempo stesso il petrolio ha segnato un
rialzo di quasi il 2%, sull'onda della speranza che arrivi presto un accordo
globale sul congelamento della produzione.
     L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,55 perdeva
lo 0,02% circa. L'indice Nikkei ha chiuso la seduta in calo dello 0,11%.
    Mentre gli asset più rischio hanno registrato una ripresa significativa dai
minimi di febbraio, grazie ai mercati cinesi e alla speranza che Pechino riesca
ad evitare lo slowdown, policymaker e investitori temono una ripresa accidentata
o, peggio, di scarso respiro.
    Alex Wolf, economista specializzato in mercati emergenti per Standard Life
Investments, dice che è ancora troppo presto per parlare di stabilizzazione
economica in Cina, perché le giacenze sono ancora troppo alte e gran parte della
recente attività economica è stata trainata dalla spesa quasi-fiscale.
    ** SHANGHAI e HONG KONG : la borsa dell'ex colonia britannica
è lievemente positiva (Prada perde oltre lo 0,7%), mentre Shanghai
perde lo 0,13%. Nel corso della seduta gli indici sono rimasti stabili ai
massimi livelli da gennaio, dopo che l'ultimo sondaggio sul settore dei servizi
ha indicato segnali di ripresa.
    ** TAIWAN, che ha riaperto anch'essa oggi, è la peggiore piazza
asiatica, e perde oltre l'1,6%, trascinati dal comparto elettronico, da quello
finanziario e da quello della plastica.
    ** SYDNEY è positiva grazie a un rally dei titoli energetici.
SINGAPORE recupera dalle perdite della seduta precedente, quando aveva
registrato il calo giornaliero più forte da quattro settimane.
    ** SEUL guadagna grazie agli acquisti stranieri, che ieri invece
erano stati i principali protagonisti delle vendite. Rimbalzo per Samsung
Electronics, che ha gaudagnato quasi il 2%.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia