4 aprile 2016 / 15:47 / un anno fa

PUNTO 1-Buyout, Pillarstone verso controllo Sirti entro fine aprile - fonti

(Precisa che nell‘azionariato di Sirti è presente BI Invest, non Investindustrial)

MILANO, 4 aprile (Reuters) - Pillarstone rileverà il controllo di Sirti entro la fine di aprile.

E’ quanto a dicono a Reuters due fonti vicine alle trattative.

La società di investimenti sta trattando con gli azionisti del gruppo attivo nelle infrastrutture di rete dal dicembre scorso. E, secondo le fonti, la firma dell‘accordo è vicina.

Attualmente Sirti vede Intesa Sanpaolo al 26,84% del capitale e la holding Hiit al 73,16%; quest‘ultima riunisce gli operatori di private Clessidra e 21 Investimenti, BI Invest (holding della famiglia Bonomi), alcuni soci industriali (Techint, in particolare) e i fondi di debito Ver Capital ed Emisys Capital.

Guidata da John Davison, che con Kkr è anche investitore in equity nei veicoli che compongono la piattaforma, Pillarstone è nata come partnership con Intesa Sanpaolo e UniCredit. Le due banche non hanno investito equity per via dei vincoli Bce sui livelli di rischio. Sinora la piattaforma ha in portafoglio cinque partecipazioni (Burgo, Cuki, Lindberg, Manucor e Alfa Park), per un debito totale di circa 1 miliardo.

Sirti diventerà la sesta partecipata, in questo caso con una quota di controllo. A stretto giro di posta, poi, secondo indiscrezioni di stampa dovrebbe arrivare un accordo con Premuda .

Sirti ha chiuso il 2014 (ultimo bilancio disponibile) con ricavi pari a 622 milioni, un Ebitda di 40 milioni, un indebitamento finanziario netto pari a 217 milioni e ordini per 1,220 miliardi. Secondo quanto riferisce una fonte vicina alla società, il 2015 ha visto “il ritorno all‘utile per la prima volta dopo sette anni” e “una crescita dei ricavi”. Il management, guidato dall‘AD Stefano Lorenzi e dal presidente Angelo Miglietta (destinato, secondo le fonti, a restare in carica dopo il buyout), dal 2011-2012 ha effettuato un turnaorund dell‘azienda, culminato, appunto, con il ritorno all‘utile.

Secondo quanto riferiscono le fonti, Pillarstone conta su una pipeline di potenziali investimenti molto ampia, “in gran parte alimentata dagli imprenditori”.

L‘azione di Pillarstone sarebbe benvista dalla Bce, che, stando alle fonti, nei mesi scorsi ha inviato lettere di apprezzamento ai quartieri generali di Intesa Sanpaolo e UniCredit.

In dirittura d‘arrivo, secondo le fonti, anche un accordo con un‘altra banca italiana. Del resto, Pillarstone può incontrare i favori degli istituti, che non svendono i crediti ed entrano in una partnership, e degli imprenditori, che puntano a trovare qualcuno che accompagni il rilancio dell‘azienda.

Per fare questo, Pillarstone non ha limiti all‘investimento su ciascuna azienda, secondo le fonti.

Kkr e Davison, poi, intendono replicare il modello di Pillarstone, nato in Italia, in altri paesi europei. A breve dovrebbero arrivare degli annunci in questa direzione.

Infine Pillarstone, attraverso una nota inviata a Reuters, ufficializza l‘uscita di Andrea Giovanelli, ex responsabile del del restructuring large files di UniCredit, che aveva ricoperto la carica di AD della neonata piattaforma nella prima fase di vita. “Giovanelli”, si legge, “ha lasciato la società di comune accordo per intraprendere altre opportunità professionali”. Ad oggi, prosegue, “il team di Pillarstone è composto da 12 executive ed è guidato da un senior team a Milano composto da John Davison (presidente), Gaudenzio Bonaldo Gregori e Andrea Nappa”.

(Massimo Gaia, Francesca Landini)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below