BORSA MILANO, pressione su bancari spinge indici in territorio negativo

lunedì 4 aprile 2016 15:25
 

MILANO, 4 aprile (Reuters) - A Piazza Affari tornano i timori per le banche e le vendite su questi titoli, che rappresentano una porzione significativa della capitalizzazione di borsa, affossano il listino principale in territorio negativo, sebbene ancora sopra i minimi della seduta odierna.

** L'andamento del listino delle blue chip milanesi, in ribasso dello 0,4% a 17.700 punti circa, si discosta dunque da quello europeo e delle altre borse del Vecchio Continente, in progresso di circa mezzo punto percentuale. Madrid è piatta.

** Mediobanca Securities in uno studio sulle banche europee ha declassato a "neutral" da "outperform" alcuni istituti di credito italiani fra cui Unicredit, Intesa Sanpaolo , Ubi.

** Le vendite prendono di mira in particolare le candidate alle nozze POP MILANO e BANCO POPOLARE ma non risparmiano la fragile MPS e neppure UNICREDIT che lascia sul campo oltre il 2%.

** Il settore tricolore arretra dell'1,4% mentre è appena leggermente cedente quello europeo.

** Ancora deboli SAIPEM e TELECOM ITALIA .

** Si è rafforzata nel frattempo FINMECCANICA : secondo due fonti vicine al dossier tutto è pronto per la firma, domani, dell'accordo per la fornitura al Kuwait di 28 Eurofighter, più volte rinviata.

** AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........

  Continua...