Eni sospende attività Val D'Agri e 5 dipendenti dopo inchiesta Potenza

giovedì 31 marzo 2016 18:41
 

ROMA, 31 marzo (Reuters) - Eni ha deciso di sospendere l'attività produttiva di Val D'agri, che vale 75.000 barili di petrolio al giorno e, in via temporanea, i 5 lavoratori arrestati nell'ambito dell'inchiesta della procura di Potenza sul traffico e smaltimento illecito di rifiuti in Basilicata.

Lo rende noto un comunicato della major.

"Eni ha provveduto alla sospensione temporanea dei lavoratori soggetto dei provvedimenti cautelari e sta completando ulteriori verifiche interne", dice la nota.

"Per quanto riguarda l'attività produttiva in Val d'Agri, che al momento è sospesa (75.000 barili al giorno), Eni conferma, sulla base di verifiche esterne commissionate dalla società stessa, il rispetto dei requisiti di legge e delle best practice internazionali".

Eni richiederà la disponibilità dei beni posti oggi sotto sequestro e continuerà ad interloquire con la magistratura, così come avviene da tempo sul tema, assicurando la massima cooperazione, conclude il comunicato.

L'arresto dei 5 dipendenti Eni è stato annunciato stamani dai carabinieri.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia