BORSE ASIA-PACIFICO in calo in scia a Giappone, dlr ancora debole

venerdì 1 aprile 2016 08:42
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                        411,05    -1,45       411,31
 TOKYO                         16.164,16    -3,55    19.033,71
 HONG KONG                     20.539,85    -1,14    21.914,40
 SINGAPORE                      2.819,40    -0,76     2.882,73
 TAIWAN                         8.657,55    -1,00     8.114,26
 SEUL                           1.973,57    -1,12     1.800,75
 SHANGHAI COMP                  2.998,07    -0,19     2.850,71
 SYDNEY                         4.999,40    -1,64     5.295,86
 MUMBAI                        25.243,06    -0,39    26.117,54
 
    1 aprile (Reuters) - Il forte calo dell'azionario di Tokyo oggi guida al
ribasso i mercati dell'Asia-Pacifico: un sondaggio della Banca centrale
giapponese sul settore manifatturiero ha infatti innescato le vendite oscurando
le notizie positive in arrivo dal comparto industriale cinese.
    Anche il nuovo calo nei prezzi del greggio pesa sull'atteggiamento di
cautela, mentre il dollaro resta sulla difensiva in vista del dato sui payroll
Usa.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,30 perde
l'1,45% a 411,05 punti. L'indice Nikkei ha chiuso la seduta in calo del
3,55%.
    Il sondaggio 'tankan' della BoJ sulla fiducia delle imprese, pubblicato
oggi, mostra che il sentiment della grandi aziende manifatturiere in Giappone è
peggiorato toccando il livello più basso da quasi tre anni, e l'attesa è che
cali nel prossimo trimestre.
    "Potrebbero esserci nuove voci sul fallimento della 'Abenomics'", ha detto
Nobuhiko Kuramochi, strategist di Mizuho Securities. "Probabilmente ci sarà più
pressione sull'amministrazione perché presenti misure di stimolo e nuovi appelli
a rinviare il pianificato aumento dell'Iva".
    A bilanciare il sentiment non sono bastati neppure i sondaggi dalla Cina che
mostrano come l'attività manifatturiera sia salita per la prima volta in nove
mesi e ci sia stato un miglioramento nel settore servizi. 
    ** SHANGHAI in territorio negativo: il taglio di Standard & Poor's
all'outlook sul merito di credito della Cina ha smorzato l'ottimismo per il
miglioramento dell'attività manifatturiera a marzo.
    ** In calo anche HONG KONG. Prada perde quasi l'1,7%.
    ** Chiusura in calo per TAIWAN e SEUL.
    ** Chiusura in deciso ribasso per SYDNEY, zavorrata dai bancari.
    ** A MUMBAI tra i titoli che registrano i cali maggiori ci sono
quelli del settore auto: Tata Motors, Mahindra and Mahindra 
e Maruti Suzuki perdono tra l'1% e il 5%, dopo che ieri la Corte
suprema ha esteso il divieto di vendita di auto diesel di grande cilindrata a
New Delhi, deciso per combattere lo smog nella capitale, fino alla prossima
udienza sulla vicenda.
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia