MP&Silva,offerte da Usa, Gb e Cina per ingresso in capitale, valuta Ipo-fonte

giovedì 31 marzo 2016 15:15
 

MILANO, 31 marzo (Reuters) - MP&Silva, società di distribuzione di diritti televisivi sportivi fondata dagli italiani Riccardo Silva e Andrea Radrizzani, sta valutando di aprirsi al mercato attraverso l'ingresso di nuovi soci o una quotazione.

Lo dice una fonte vicina alla società che spiega che sono in esame diverse offerte giunte da fondi Usa e inglesi e da aziende cinesi ("ma non Wanda", che ha recentemente comprato Infront, sottolinea).

"Non c'è niente di definito ancora; il processo concreto è iniziato all'inizio di quest'anno e nulla succederà almeno prima di maggio. Poi magari non se ne farà nulla, siamo nella fase dell'analisi delle proposte", dice la fonte.

M&P Silva, che ha la sua sede centrale a Londra su un totale di 20 uffici nel mondo (New York e Singapore le basi regionali), sta valutando anche la possibilità di una quotazione. "Le piazze plausibili sono Londra, New York o Hong Kong, certamente non Milano", spiega.

L'ipotesi di aprirsi a nuovi soci o a una quotazione nasce la scorsa estate quando Radrizzani, impegnato in un proprio progetto professionale, ha manifestato l'intenzione di dismpegnarsi da M&P Silva. Riccardo Silva, socio principale, e Radrizzani controllano oggi poco più dell'80% della società; il resto è in mano a 7-8 manager.

Anche in caso di vendita di una quota, Riccardo Silva resterà comunque "un azionista importante" se non di controllo della società che fattura 750 milioni di dollari ed è partner per la distribuzione dei diritti Tv, tra gli altri, dell'NBA e dell'NFL americane, dell'English Premier League e della Liga Spagnola, della Formula 1, della Federazione Tennis Francese. La società gestisce anche i diritti all'estero della Serie A italiana.

L'adviser è Ubs di Londra.

(Claudia Cristoferi)   Continua...