Carige, al via assemblea su rinnovo Cda, assente AD Montani

giovedì 31 marzo 2016 11:47
 

GENOVA, 31 marzo (Reuters) - E' iniziata l'assemblea dei soci di Carige chiamati ad approvare il bilancio e a rinnovare il Cda in ottica di forte discontinuità con l'attuale gestione voluta dall'azionista di maggioranza Malacalaza.

Sono presenti 805 soci rappresentanti il 42,14% del capitale. Non è invece presente l'AD Piero Montani che ha giustificato l'assenza "per sopravvenuti motivi di salute", ha spiegato il presidente Cesare Castelbarco aprendo l'assemblea.

Per il rinnovo del board sono state presentate cinque liste. Quella del primo socio Malacalza che, insieme alla Fondazione Carige, controlla il 19,5% del capitale e che propone 14 nomi indicando tra gli altri il presidente (Giuseppe Tesauro), il vicepresidente (lo stesso Vittorio Malacalza) e il futuro AD (Guido Bastianini) in sostituzione di Montani.

La lista 2 (cinque nomi) rappresenta il patto di sindacato stretto tra Gabriele Volpi (6%) e Aldo Spinelli (1,57%). Le altre tre liste sono quelle di Assogestioni (2,15%), del patto tra Coop Liguria e le Fondazioni De Mari-Cr Savona e Cr Carrara (4,2%), e quella dei francesi di Bpce che detiene l'1,81% della banca.

Tra gli altri azionisti di rilievo, ma non rappresentati nelle liste per il Cda, figura Toscafund Asset Management che controlla il 5,12% circa del capitale.

Sul tavolo del nuovo Cda la doppia offerta di Apollo che punta a rilevare il portafoglio sofferenze della banca e a diventare il socio di maggioranza con un aumento di capitale riservato di 500 milioni (altri 50 milioni sono in opzione agli attuali azionisti).

La proposta del fondo Usa ridimensionerebbe tuttavia in modo drastico il ruolo di Malacalza che potrà mettere in campo eventuali contromosse.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia