Mondadori-Rcs,scelte Antitrust discutibili,ma valore deal intatto-M.Berlusconi

giovedì 24 marzo 2016 15:08
 

MILANO, 24 marzo (Reuters) - Marina Berlusconi, presidente di Mondadori, contesta le misure imposte dall'Antitrust per il via libera all'acquisizione di Rcs Libri che comunque "non intaccano minimamente" il valore strategico dell'operazione.

"Questo è un giorno bello e importante per la Mondadori", si legge in una dichiarazione della primogenita di Silvio Berlusconi. "Certo, dobbiamo anche registrare sacrifici pesanti (...) imposti da una applicazione decisamente discutibile e tutt'altro che lungimirante di normative nazionali ed europee a loro volta schematiche e superate, che non tengono conto delle specificità e delle ridotte dimensioni del nostro mercato". C'è "grande amarezza", dunque, perché Mondadori dovrà rinunciare a Marsilio e Bompiani, dice Marina Berlusconi che "attende di vedere" cosa dirà l'Antitrust dell'operazione Espresso -Itedi (Repubblica/Stampa), "quella sì con impatti tutt'altro che trascurabili".

L'ok condizionato dell'Antitrust all'acquisto dell'area Libri di Rcs è arrivato ieri.

Oggi, in un mercato debole, salgono sia Mondadori (+2,7%), che porta a casa dopo oltre un anno dall'avvio delle trattative un'operazione di rafforzamento nel settore Libri da subito apprezzata dal mercato, sia Rcs (+4,3%), che incasserà al closing cassa fresca utile ad abbattere il debito e sostenere il piano industriale.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia