Poste, dividendo 0,34 euro per azione, utile netto 2015 sale a 552 mln

martedì 22 marzo 2016 18:22
 

ROMA, 22 marzo (Reuters) - Il Cda di Poste ha approvato oggi il bilancio 2015 che si è chiuso con un utile netto di 552 milioni dai 212 milioni del 2014 e un consensus raccolto dalla società che indicava 538 milioni.

Lo si legge in una nota di Poste che ha anche annunciato che verrà proposto all'assembla l'approvazione di un dividendo pari 0,34 a euro per azione, a fronte di un consensus raccolto dalla società di 0,33 euro.

Posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2015 positiva per 302 milioni, da un disavanzo di 1,451 miliardi un anno prima.

L'Ad del gruppo Francesco Caio commentando i risultati ha detto che nel "2016 proseguirà l'attuazione del nostro piano industriale per servire al meglio i bisogni dei nostri clienti, valorizzare le competenze delle nostre persone e poter distribuire ai nostri azionisti  anche per quest'anno  un dividendo pari ad almeno l'80% dell' utile netto".

I ricavi 2015 sono stati pari a 30,7 miliardi +7,8%.

Poste ha comunicato anche che il ramo "assicurativo ha raggiunto un coefficiente di solvibilità del 405%, fortemente migliorativo rispetto al medesimo coefficiente calcolato secondo la normativa Solvency I (113%)".

L'assemblea per l'approvazione del bilancio è stata convocata per il 24 maggio in unica convocazione.

La società dice che di aver previsto il 20 giugno 2016 come data di stacco cedola e il 22 giugno 2016 come data di pagamento.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia