Telecom, Patuano formalizza uscita, si guarda a nuovo AD

lunedì 21 marzo 2016 17:19
 

MILANO, 21 marzo (Reuters) - Chiusa formalmente l'era di Marco Patuano, che ha formalizzato oggi le dimissioni da AD Telecom Italia anticipate sabato da alcune fonti , mercato e osservatori si concentrano sulla scelta del successore, possibile cartina al tornasole sul futuro della compagnia.

Un cda già domani potrebbe assegnare le deleghe di Patuano ad interim al presidente Telecom Giuseppe Recchi, secondo fonti.

La Borsa ha interpretato l'uscita di Patuano come un aumento della presa del principale socio Vivendi con conseguente radicale riassetto di Telecom. Il titolo poco prima della chiusura sale del 3,37% a 1,04 euro.

Secondo Stefano Vulpiani, analista di Icbpi, il mercato potrebbe ragionare da subito sulle possibili mosse del sostituto "specie sulle nuove misure di taglio costi in Italia che sarebbero state all'origine del malcontento di Vivendi". Fra i temi di dissidio tra Patuano e Vivendi anche il futuro del Brasile che, secondo alcune fonti, i francesi vorrebbero vendere.

Favorito per la successione, come rivelato da alcune fonti nel weekend, sarebbe Flavio Cattaneo, AD di Ntv. Ma alcuni citano anche i nomi di alti dirigenti nel settore tlc come Corrado Sciolla (Bt Global Services) o Max Ibarra, AD Wind.

A gettare altra benzina sul fuoco della speculazione l'articolo di 'Repubblica', secondo cui Vivendi ha raggiunto un accordo di massima con Mediaset che prevederebbe uno scambio azionario fra i due gruppi coinvolgendo, attraverso la controllata nelle torri Inwit, anche la stessa Telecom.

L'ex premier Silvio Berlusconi ha cercato di ridimensionare, parlando in una intervista radiofonica stamane di possibile cooperazione fra i due gruppi limitata ai contenuti.

Secondo alcuni analisti, obiettivo di Vivendi sarebbe di arrivare a una fusione tra Mediaset e Telecom o tra Telecom e Orange.

Mediaset e Vivendi non hanno voluto commentare.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia