Volkswagen cerca accordo con autorità Usa per chiudere scandalo emissioni - fonte

giovedì 17 marzo 2016 17:40
 

AMBURGO, 17 marzo (Reuters) - Volkswagen punta a raggiungere un accordo con le autorità Usa che risolva in un colpo solo la maggior parte possibile delle questioni legate allo scandalo sulle emissioni manipolate.

E' quanto ha detto a Reuters un manager di alto livello della casa tedesca.

"Dovrebbe essere il nostro obiettivo negoziare una soluzione complessiva", ha detto il manager, che ha chiesto di non essere nominato, "(soluzione) che potrebbe comprendere la maggior parte delle sanzioni attese".

A sei mesi di distanza dall'esplosione dello scandalo sulle emissioni manipolate, Volkswagen deve ancora raggiungere un accordo con i regolatori Usa su come intervenire su quasi 600.000 auto.

Il dipartimento di Giustizia Usa, inoltre, nel gennaio scorso ha messo sotto accusa la casa tedesca, chiedendo risarcimenti per 46 miliardi di dollari, per aver violato le leggi sull'ambiente. Questa settimana, poi, Volkswagen ha ricevuto la notifica di una causa civile per frode.

Un giudice federale ha fissato al 24 marzo la data entro cui il gruppo tedesco dovrebbe comunicare di aver raggiunto un compromesso accettabile con le autorità. Secondo il manager, però, è improbabile che venga siglato un accordo entro la scadenza fissata dal giudice.

Il manager ha affermato che i negoziati sono focalizzati sugli interventi sulle auto interessate e sulla compensazione per l'eccesso di emissioni di ossido di azoto. Il settimanale Wirtschaftswoche ha anticipato che Volkswagen potrebbe acquistare diritti di emissione dell'ossido di azoto.

La casa tedesca non ha voluto commentare i dettagli di un possibile accordo, limitandosi a dire che le trattative con i regolatori Usa proseguono in modo costruttivo.

Secondo il manager, le ipotesi sul tavolo comprendono un contributo alla mobilità ecosostenibile negli Usa, attraverso un investimento in una rete di stazioni per la ricarica delle auto elettriche.   Continua...