17 marzo 2016 / 10:28 / un anno fa

BUZZ BORSA-Banco Popolare scivola su ipotesi fallimento fusione con Bpm

** In un contesto negativo per i bancari, Banco Popolare e Pop Milano sono in deciso ribasso sulle ipotesi di mancata fusione, scenario che penalizza maggiormente la banca veronese.

** Intorno alle 11,20 il titolo Banco Popolare è in asta di volatilità dopo un calo dell'8,67% a 7,11 euro, mentre Bpm cede il 4,4% a 0,68 euro ripiegando dai guadagni delle prime fasi di borsa in scia al peggioramento di tutto il mercato. I volumi sono intensi soprattutto sull'istituto veronese con 5,7 milioni di titoli trattati, su una media giornaliera di circa 5,9 milioni, mentre sulla Bpm sono scambiati 32 milioni di pezzi su una media di circa 69 milioni.

L'indice dei bancari italiani FTSE Italia All Share perde oltre il 4%.

** A causa delle eccessive richieste regolamentari da parte della Bce del progetto fusione tra le due popolari, che attende ancora un riscontro da parte della Vigilanza europea, rischia di naufragare.

** In caso di fallimento dell'operazione il numero uno di Investindustrial, Andrea Bonomi, potrebbe rientrare ai vertici della banca in occasione della prossima assemblea sul rinnovo del Cds del 30 aprile, secondo alcune fonti.

** Secondo i trader la mancata fusione sarebbe maggiormente penalizzante per Banco Popolare in quanto banca che mostra più criticità sul fronte della qualità del credito. Questo fattore inoltre, giudicato quale causa principale per il fallimento dell'operazione apre scenari di M&A incerti per l'istituto veronese.

** Al contrario lo scenario potrebbe essere positivo per Bpm che, una volta trasformato in Spa, potrà diventare una preda appetibile, secondo aluni trader. Altri sottolineano invece la possibilità che si aprano nuovi progetti di aggregazione per la banca milanese.

** "L'avvicinamento di Bonomi sembra presagire un esito non favorevole dei negoziati di fusione e dei contatti con i regolatori della Bce", commenta Icbpi. "Il ritorno di Bonomi, che era uscito da Bpm a inizio 2014 a seguito di contrasti con i sindacati, aprirebbe scenari completamente diversi per la banca, che potrebbe svolgere il ruolo di soggetto aggregante, come recentemente auspicato anche da rappresentanti dei soci-dipendenti", aggiunge il broker

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below