PUNTO 1-Deutsche Boerse e Lse siglano accordo su fusione, unione da 30 mld dlr

mercoledì 16 marzo 2016 11:17
 

(riscrive con ulteriori dettagli)

FRANCOFORTE, 16 marzo (Reuters) - Deutsche Boerse e London Stock Exchange, gruppo a cui fa capo anche Borsa Italiana, hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per la fusione con un'operazione dal valore di 30 miliardi di dollari finalizzata a creare un colosso borsistico europeo che possa competere con i rivali americani.

A circa sedici anni dal primo tentativo di fusione, i due operatori di borsa avevano confermato lo scorso mese di essere in trattative avanzate per una integrazione attraverso uno scambio azionario che darebbe agli azionisti di Deutsche Boerse il 54,4% della nuova società e a quelli di Lse il 45,6%.

Con l'operazione si integreranno le attività di trading azionario di LSE con il trading sui derivati di Deutsche Boerse per un valore combinato di 30 miliardi di dollari.

Il deal potrebbe tuttavia portare ad una battaglia per l'acquisizione dopo che Intercontinental Exchange (Ice) a inizio mese aveva detto che stava considerando la possibilità di presentare un offerta per Lse.

In un comunicato congiunto i due operatori spiegano che l'operazione, descritta come un 'premium free merger of equal', potrà comportare risparmi di costi per 450 milioni di euro l'anno per il nuovo gruppo.

Inoltre promettono ai propri clienti (banche e fondi che pagano commissioni per le negoziazioni e le società che pagano per la quotazione) "sostanziali benefici", senza però citare numeri.

L'attuale presidente di Lse, Donald Brydon, sarà il presidente della nuova società che nascerà dalla fusione, mentre il numero uno di Deutsche Boerse, Carsten Kengeter, diventerà il Ceo.

Il nuovo Cda sarà composto da un numero paritario di membri di Lse e Deutche Boerse. La società che nascerà dalla fusione avrà sede legale in Gran Bretagna; il suo titolo avrà una quotazione principale sul FTSE 100 di Londra, sarà anche trattato sulla borsa tedesca di Francoforte e avrà sedi amministrative a Londra e Francoforte.   Continua...