Parmalat, Amber chiede indagine collegio sindacale su fatti Lag, cash pooling

martedì 15 marzo 2016 19:11
 

MILANO/PARMA, 15 marzo (Reuters) - Amber Capital, socio di Parmalat con circa il 2% del capitale, lo scorso 7 marzo ha presentato al collegio sindacale della società una "denunzia ex articolo 2408 del codice civile" chiedendo all'organo di indagare e relazionare l'assemblea sulla vicenda dell'acquisizione di Lag e del cash pooling con la controllante Lactalis alla luce di una serie di nuovi elementi emersi dal procedimento penale condotto dalla procura di Parma e trasferito poi a Roma.

Secondo il documento, che Reuters ha potuto consultare, Amber ritiene "censurabile" che Lactalis abbia fin dal principio imposto il suo controllo su tutti gli atti di gestione di Parmalat, che abbia imposto il cash pooling, che l'acquisizione di Lag (controllata di Lactalis) fosse finalizzata al rimborso di un finanziamento della controllante e che il management abbia imposto un taglio alle spese di marketing di Lag al fine di permettere a Lactalis di non pagare il saldo prezzo previsto dal contratto di compravendita.

Più nel dettaglio, il fondo ritiene "indubitabile" che l'operazione di acquisto di Lag sin dall'inizio sia stata "imposta dall'azionista di maggioranza e strutturata in modo tale da portare vantaggio allo stesso azionista (di maggioranza) a discapito degli azionisti di minoranza".

Il fondo denuncia quindi "l'inerzia che caratterizza l'operato dell'attuale consiglio di amministrazione, che non si è ancora attivato con iniziative concrete ed effettive al fine di ottenere un congruo ristoro dei danni patiti da Parmalat".

Amber inoltre denuncia il sistema di cash pooling che avrebbe portato "nella piena consapevolezza di alcuni amministratori ed esponenti della società controllata" un danno alla società per diversi milioni di euro.

Il fondo infine sottolinea che la reale finalità dell'operazione di Lag, "chiara a Lactalis ancor prima della chiusura dell'Opa su Parmalat, era quella di recuperare le somme necessarie per far fronte alla prima tranche di rimborso del finanziamento richiesto".

L'indagine penale a cui fa riferimento Amber è stata trasmessa per competenza territoriale lo scorso febbraio alla procura di Roma con le ipotesi di reato di infedeltà patrimoniale e ostacolo alle funzioni di vigilanza.

Dalla richiesta di archiviazione parziale della procura di Parma, che Reuters ha potuto leggere, risulta che nel fascicolo trasmesso nella capitale restano indagati, fra gli altri, anche l'AD Yvon Guerin e il consigliere Antonio Sala.   Continua...