Safilo conferma target al 2020, pronta per opportunità M&A - AD

martedì 15 marzo 2016 12:05
 

MILANO, 15 marzo (Reuters) - Dopo un 2015 a luci e ombre, Safilo conferma i target del piano al 2020 annunciati l'anno scorso e si dice pronta a cogliere eventuali opportunità di acquisizioni.

Lo ha detto l'AD Luisa Delgado parlando con i giornalisti al termine della presentazione agli analisti dei conti diffusi ieri a mercati chiusi. Il titolo intanto perde in borsa più del 6%.

Il 2015, primo anno del piano strategico 2020, "è stato un anno 'mixed', in cui i brand delle licenze in continuità sono andati meglio del previsto, mentre sono andati peggio i brand di proprietà", ha spiegato la manager sottolineando che il piano industriale prevede una profonda trasformazione del gruppo di occhialeria e non avrà un andamento lineare di anno in anno. "Nel 2016 ci vorrà senz'altro un'accelerazione sui tre principali marchi di proprietà (Carrera, Polaroid, Smith) e sulla semplificazione aziendale", ha proseguito. "Confermiamo assolutamente gli obiettivi al 2020".

Quanto a possibili acquisizioni, Delgado ha sottolineato che non esistono tempistiche predefinite: "L'M&A non è una scienza ma un'arte: posso dire che noi abbiamo la disponibilità mentale ed economica".

Un comparto in cui Safilo potrebbe arricchire il suo portafoglio è l'"atelier" dove è presente con Elie Saab (da gennaio 2017) e con il marchio proprio Oxydo Lab. "Qui magari ci potrebbero interessare altri marchi, forse più nel settore vista che nel sole", ha specificato l'AD.

Il gruppo punta invece a una forte crescita, ma solo organica, sul segmento 'mass cool' (occhiali indicativamente sotto i 100 euro). "E' un segmento che nel mondo vale 3 miliardi e ha ritmi di crescita elevati. Il modello nell'abbigliamento è la cosiddetta 'fast fashion', ma con la qualità garantita da Safilo. Vogliamo fare di Polaroid il leader assoluto del segmento affiancato dalle recenti licenze strette con Havaianas e Swatch".

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia