Banche, Italia ricorre contro decisione Vestager su salvataggio Tercas

giovedì 10 marzo 2016 11:37
 

ROMA, March 10 (Reuters) - L'Italia ha presentato un ricorso alla Corte di giustizia europea contro la decisione della Commissione Ue di vietare una operazione del 2014 di salvataggio della Cassa di risparmio di Teramo (Tercas) in una iniziativa che potrebbe portare chiarezza tra Roma e Bruxelles sul tema degli aiuti di Stato alle banche.

Lo riferiscono tre fonti vicine alla vicenda.

La commissaria Ue alla Concorrenza Margrethe Vestager lo scorso anno ha notificato lo stop al salvataggio di Tercas tramite il sostegno del Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd), che è alimentato con denaro delle stesse banche italiane.

La Commissione europea ha parificato l'intervento del Fitd a una misura di supporto pubblico perche' le banche sono obbligate ad aderire al Fondo e perchè ogni operazione deve ricevere l'approvazione della Banca d'Italia.

Affinché l'intervento del Fondo potesse essere considerato compatibile con la disciplina europea degli aiuti di Stato, secondo la Ue sarebbe stato necessario coinvolgere nel costo del salvataggio anche i detentori di obbligazioni subordinate.

L'impossibilità di avvalersi delle risorse del Fitd senza il cosiddetto burden-sharing è stato uno dei motivi per cui lo scorso anno l'Italia, tra il furore dei piccoli risparmiatori, ha effettuato il salvataggio di altre quattro banche in difficoltà azzerandone il valore delle azioni e delle obbligazioni subordinate.

(Giselda Vagnoni, Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia