Azimut,sale utile 2015,cedola 1,5 euro se ok BoI a riassetto,valuta sede estera

giovedì 10 marzo 2016 14:57
 

MILANO, 10 marzo (Reuters) - Azimut ha realizzato un utile netto di 246 milioni di euro nel 2015, un risultato in decisa accelerazione rispetto a quello di 92 milioni del 2014 penalizzato dall'esborso relativo ad un accordo con l'agenzia delle entrate.

Il risultato è leggermente superiore alle previsioni SmartEstimates di un'ultima riga di bilancio a 232,5 milioni (7 stime) mentre il dividendo proposto, 1,5 euro, è di gran lunga sopra il consensus per 1,38 euro (10 stime).

In una nota Azimut precisa tuttavia che, del dividendo, 0,5 euro verranno pagati a partire dal 25 maggio, mentre il saldo verrà corrisposto entro 30 giorni dalla cancellazione di Azimut dall'albo di SIM che aspetta il via libera di Banca d'Italia.

"Anche al fine di poter soddisfare l'aspettativa degli azionisti in tema di distribuzione di dividendi e più in generale sulla liberazione del patrimonio (che deriverebbe dalla trasformazione della Sim in Sgr ndr), il cda ha deliberato di sentire l'assemblea degli azionisti in merito all'opportunità di un eventuale trasferimento della sede legale in un paese appartenente alla Ue, e in particolare Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Austria, Germania, Malta. Oppure al di fuori della Ue e in particolare in Svizzera", aggiunge la nota.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia